Al via la Call per il Premio “Innova [email protected]

Quando si offre all’innovazione che nasce nei territori e dal basso l’occasione per venire alla luce è sorprendente constatare quanto è già stato fatto, quanto è già possibile, quante risposte ci sono già a molte delle domande che assillano una sanità stretta sempre tra bisogni crescenti e risorse limitate.

Ce lo ha confermato lo scorso anno la prima edizione del Premio “Innova [email protected]” con cui abbiamo raccolto 101 soluzioni che ci rimandano una fotografia molto ricca di piccole e grandi esperienze che aspettano solo di diffondersi e di divenire standard condivisi per tutto il Paese. Potete rileggere le soluzioni premiate nel 2016, scaricando l’e-book che abbiamo realizzato.

Sulla scorta di questo successo lanciamo il Premio [email protected]. L’obiettivo rimane valorizzare i servizi innovativi progettati e messi a disposizione dei cittadini anche con la collaborazione dell’impresa privata; rendere visibile la rete delle persone che quotidianamente cercano di spostare la Sanità verso sempre migliori risultati di efficienza e efficacia.

Sarà possibile candidare progetti relativi ai seguenti ambiti:

  1. Comunicazione con i cittadini e gli utenti;
  2. Integrazione socio-sanitaria; medicina di prossimità e presa in carico degli anziani, dei cronici e delle fasce deboli;
  3. Educazione alla salute e al weelbeing (educazione alimentare, fitness, monitoraggio, wearable, ecc.)
  4. Innovazione nel campo clinico-sanitario;
  5. Amministrativo/gestionale;
  6. Infrastruttura di comunicazione e collaborazione tra strutture, professionisti e amministrazioni.

Potranno candidare progetti gli Enti centrali, le Regioni, gli Enti locali e loro unioni, le Province, le strutture della sanità pubblica e privata, le aziende fornitrici di beni e servizi per la salute, le PMI innovative, le Università e i Centri di ricerca, le società strumentali a partecipazione pubblica.

Fin dal momento della candidatura metteremo on line su FORUM PA Challenge i progetti raccolti perché la nostra piattaforma mette a disposizione strumenti di comunicazione virale e di social ranking che ciascun candidato può usare per promuovere e valorizzare il proprio progetto/prodotto candidato.

La cerimonia di premiazione si terrà a Roma il 21 settembre prossimo durante [email protected], promossa insieme con ARIS-ALLEA.

Insieme con TEVA Italia, che anche quest’anno ha deciso di associare il proprio nome a questo nostro premio, siamo convinti che nei momenti di crisi, quale quello che stiamo vivendo, è l’innovazione che ci consente di trovare una via di uscita e l’innovazione per il sistema salute non è più rinviabile; ma per diventare strumenti di reale cambiamento, le idee e le esperienze devono circolare, uscire dal territorio in cui sono state concepite: devono essere mostrate, costituire oggetto di sana emulazione, devono evidenziare il lavoro, le competenze e la capacità dei professionisti che sono dietro a ogni innovazione. Ecco la ragione della 2ª edizione del Premio [email protected]: valorizzare e promuovere idee, competenze e esperienze per dare vita a una rete in cui ognuno dei soggetti proponenti può essere un nodo attivo e, aprendosi a forme di lavoro cooperativo, contribuire al reale miglioramento complessivo del nostro sistema salute, senza dimenticare il volano che la white economy può rappresentare per la nostra ripresa economica.

Consultate il bando e inviate le vostre candidature: avete tempo fino al 18 luglio. Buon lavoro!

***Dato il gran numero di richieste pervenute e per permettere a tutte le realtà che ci hanno contattato di partecipare all'iniziativa e candidare la propria soluzione, FPA ha deciso di prorogare ulteriormente il termine di scadenza al 10 agosto per la partecipazione alla Call. ***

 

 

Statistiche

Numero di soluzioni 1042
Opinione più recente itinerari possibili
Opinione meglio votata BASTA PERDITE DI TEMPO IN FILE ALLE POSTE O IN BANCA
Amministrazione più propositiva Regione Puglia

FORUM PA Challenge logo

A ciascuno la sua parte: noi ci prendiamo la responsabilità di elencare alcune “sfide” che lanciamo a quelli che non si sono rassegnati e hanno ancora voglia di mettere la loro intelligenza e la loro creatività al servizio del bene comune. Chi raccoglie la sfida?