Arpa Piemonte

L’Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale del Piemonte è un ente pubblico dotato di autonomia amministrativa, tecnico-giuridica, patrimoniale e contabile. È posta sotto la vigilanza del Presidente della Giunta Regionale per garantire l’attuazione degli indirizzi programmatici della Regione Piemonte nel campo della previsione, prevenzione e tutela ambientale. Nell’Agenzia lavorano circa 1000 dipendenti. Tra questi ci sono professionalità diverse che vedono laureati in quasi tutte le discipline tecnico-scientifiche e umanistiche. La formazione tecnico-scientifica è la più diffusa nelle attività di laboratorio, di produzione di servizi ambientali e di tutela del territorio. Tutto il personale, in un percorso individuale e collettivo verso la massima responsabilizzazione, è impegnato nella condivisione di valori fondamentali come l’imparzialità, la trasparenza, la competenza e la ricerca continua delle migliori pratiche.

Soluzioni proposte

Come raccontare agli esperti e al grande pubblico le informazioni ambientali basate su dati oggettivi e solidi dal punto di vista tecnico e scientifico in modo chiaro e coinvolgente? Quale percorso ha intrapreso il Piemonte per raggiungere la sostenibilità ambientale?

Il progetto “Arpa più Sostenibile” mira a ridurre l'impatto ambientale di Arpa Piemonte, attraverso una analisi ambientale iniziale degli impatti derivanti dall'attività di Arpa e un programma di miglioramento da sottoporre a costante monitoraggio.

Due note animate, un pentagramma colorato raffigurante gli strati della natura, filastrocche, fiabe e canzoni dai contenuti ambientali appositamente addolciti per i bambini.

Vinciamo insieme le sfide per una PA che funzioni meglio! Segnala la tua soluzione!

Menú utente

Statistiche

Numero di soluzioni 1447
Opinione più recente Riorganizzazione del servizio di assistenza socio sanitaria
Opinione meglio votata BASTA PERDITE DI TEMPO IN FILE ALLE POSTE O IN BANCA
Amministrazione più propositiva Regione Puglia

FORUM PA Challenge logo

A ciascuno la sua parte: noi ci prendiamo la responsabilità di elencare alcune “sfide” che lanciamo a quelli che non si sono rassegnati e hanno ancora voglia di mettere la loro intelligenza e la loro creatività al servizio del bene comune. Chi raccoglie la sfida?