ASReM - Azienda Sanitaria Regione Molise

L’Azienda Sanitaria Regionale del Molise – ASREM - è stata istituita con la Legge Regionale n. 9 del 1 aprile 2005 e deriva dall’accorpamento delle disciolte 4 ASL di Campobasso, Isernia, Termoli ed Agnone. Per effetto dell’art. 3, comma 1 bis, del D. Lgs. 502/92 e ss.mm.ii., ha personalità giuridica pubblica ed autonomia imprenditoriale tale per cui l’organizzazione e il funzionamento sono disciplinati con Atto Aziendale, nel rispetto dei principi e dei criteri stabiliti con la Legge Regionale n. 9 del 1 aprile 2005, così come modificata dalla Legge Regionale n. 34 del 26.11.2008 e ss.mm.ii. L’Azienda Sanitaria Locale ASReM ha come scopo principale quello di rispondere alla tutela della salute dei cittadini con un’organizzazione efficace ed efficiente, in attuazione delle disposizioni regionali e nazionali, attraverso il sistema e gli strumenti per la prevenzione della malattia ed una adeguata analisi dei bisogni di salute, in acuzie e cronicità, della popolazione affidatale ed appartenente ad un territorio vasto che intende gestire, per quanto di competenza, in un’ottica di miglioramento continuo. La sede legale dell’Azienda sanitaria è in Campobasso alla via Ugo Petrella n. 1 - Codice Fiscale e Partita Iva 01546900703. L’ambito territoriale di competenza dell’ASReM, coincide con il territorio della regione Molise,che con una superficie di 4.425 Kmq è la seconda regione più piccola d'Italia e anche la meno abitata (dopo la Valle d'Aosta).

Soluzioni proposte

L’Azienda Sanitaria Regionale Molise ha realizzato l'evento “Consultorio in Piazza”, svoltasi su 3 giornate nei maggiori centri regionali, durante le quali è stata messa “in piazza” l’intera offerta sociosanitaria in termini di prevenzione,dipendenza,adolescenza e infanzia.

Statistiche

Numero di soluzioni 1042
Opinione più recente itinerari possibili
Opinione meglio votata BASTA PERDITE DI TEMPO IN FILE ALLE POSTE O IN BANCA
Amministrazione più propositiva Regione Puglia

FORUM PA Challenge logo

A ciascuno la sua parte: noi ci prendiamo la responsabilità di elencare alcune “sfide” che lanciamo a quelli che non si sono rassegnati e hanno ancora voglia di mettere la loro intelligenza e la loro creatività al servizio del bene comune. Chi raccoglie la sfida?