Azienda sanitaria della Provincia autonoma di Bolzano

DeL’Azienda sanitaria dell’Alto Adige si compone di 7 ospedali pubblici, 20 distretti sanitari e 14 punti di riferimento in tutta la Provincia di Bolzano. Si avvale della collaborazione di oltre 9.500 dipendenti ed è responsabile dell'assistenza sanitaria dei 520.000 cittadini e cittadine dell’Alto Adige. Un giorno in Azienda sanitaria: 425 accessi al Pronto Soccorso 46 accessi al Pronto Soccorso con ricovero 176 interventi 118 245 pazienti ricoverati/e 15 nascite, 4 casi di morte 13.284 prestazioni di laboratorio 1.344 prestazioni di radiologia 1.921 prestazioni di riabilitazione 5.623 altri prestazioni in ambito specialistico ambulatoriale 8.495 prescrizioni elaborate 17.079 confezioni farmaceutiche erogate dalle farmacie al pubblico 9 nuovi pazienti in assistenza domiciliare integrata e programmata 3.387.295 spesa sanitaria pubblica corrente Vivere e lavorare in Alto Adige: Popolazione residente: 520.891 abitanti Speranza di vita alla nascita – Maschi: 80,8 anni, Femmine: 85,6 anni Età media: 41,8 anni Bambini nati in Provincia di Bolzano: 5.491 Tasso di natalità: 10,3 nati vivi ogni 1.000 abitanti Età media al parto dei genitori: 31,5 anni per la madre e 35,0 anni per il padre 28,9% della popolazione soffre di almeno una malattia cronica Tasso di consumo pro capite di prestazioni specialistiche: 15,3 prestazioni per residente Prestazioni di specialistica ambulatoriale erogate: 8.164.981

Soluzioni proposte

Il portale tematico “Infotumori” fornisce informazioni affidabili e scientificamente attendibili circa la prevenzione, le cause, la diffusione, i sintomi, la diagnosi e l’offerta terapeutico-assistenziale messa a disposizione dell’Azienda sanitaria dell’Alto Adige, dalla preven

Statistiche

Numero di soluzioni 1042
Opinione più recente un'applicazione... utile?
Opinione meglio votata BASTA PERDITE DI TEMPO IN FILE ALLE POSTE O IN BANCA
Amministrazione più propositiva Regione Puglia

FORUM PA Challenge logo

A ciascuno la sua parte: noi ci prendiamo la responsabilità di elencare alcune “sfide” che lanciamo a quelli che non si sono rassegnati e hanno ancora voglia di mettere la loro intelligenza e la loro creatività al servizio del bene comune. Chi raccoglie la sfida?