Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Milano

Le Camere di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura italiane sono "enti pubblici che svolgono funzioni di interesse generale per il sistema delle imprese, curandone lo sviluppo nell'ambito delle economie locali".

Sono enti autonomi dotati di un proprio statuto e di un programma politico, indipendenti finanziariamente e dal punto di vista gestionale.

La Camera di Commercio di Milano svolge compiti di interesse per il sistema delle imprese dell'area metropolitana.

La sua sede è a Milano e ha un ufficio distaccato a Legnano.

Si avvale di quattro Aziende speciali e partecipa ad una serie di società.

Attività amministrative:

  • tenuta di albi, elenchi e ruoli nei quali vengono registrati e certificati i principali eventi che caratterizzano la vita di ogni impresa;
  • Attività promozionali: sostegno alle imprese e allo sviluppo dell'economia locale;
  • Attività di monitoraggio: studio e analisi dei dati sull'economia locale;
  • fornire un'informazione necessaria a una migliore conoscenza della realtà socio-economica da parte delle imprese e per le imprese;
  • Attività di regolazione del mercato: promuovere e aumentare la trasparenza, la certezza e l'equità delle relazioni economiche tra imprese e tra imprese e cittadini.

Per saperne di più: http://www.mi.camcom.it/chi-siamo

Soluzioni proposte

La Camera di commercio di Milano, grazie a un progetto innovativo realizzato in partnership con Infocert Spa e Digicamere Scarl, è la prima Amministrazione Pubblica in Italia ad aver adottato una modalità di riconoscimento a distanza.

Vinciamo insieme le sfide per una PA che funzioni meglio! Segnala la tua soluzione!

Menú utente

Statistiche

Numero di soluzioni 1495
Opinione più recente Riorganizzazione del servizio di assistenza socio sanitaria
Opinione meglio votata BASTA PERDITE DI TEMPO IN FILE ALLE POSTE O IN BANCA
Amministrazione più propositiva Regione Puglia

FORUM PA Challenge logo

A ciascuno la sua parte: noi ci prendiamo la responsabilità di elencare alcune “sfide” che lanciamo a quelli che non si sono rassegnati e hanno ancora voglia di mettere la loro intelligenza e la loro creatività al servizio del bene comune. Chi raccoglie la sfida?