Kelyon S.r.l.

KELYON nasce nel 2008 da un giovane e dinamico gruppo di professionisti ICT che opera nel settore sanitario, il quale ha deciso di unire le conoscenze e competenze acquisite con l'obiettivo di migliorare la qualità della vita dei pazienti, contribuendo a plasmare il futuro dell'assistenza sanitaria in tutto il mondo. Grazie all'esperienza internazionale nel settore sanitario, Kelyon si pone come fornitore certificato e altamente affidabile nel mercato in forte espansione della sanità digitale, con particolare competenza nello sviluppo di Dispositivi Medici Software e con una approfondita comprensione e consapevolezza della crescente necessità di conformarsi a rigorose e specifiche normative sulla sicurezza e sulla privacy dei dati trattati. L'esperienza acquisita e le conoscenze sviluppate dai membri del nostro team, ci permettono di offrire soluzioni software altamente efficienti che consentono ai nostri clienti, principalmente multinazionali farmaceutiche, associazioni medico-scientifiche e strutture sanitarie, di gestire in modo sostenibile la diagnosi, la prevenzione e il trattamento delle malattie "life changing". KELYON adotta un Sistema di Gestione della Qualità certificato UNI EN ISO 9001:2008 e UNI CEI EN ISO 13485:2012.

Soluzioni proposte

La piattaforma MyIPF, ideata e sviluppata da Kelyon S.r.l., e realizzata col contributo di BOEHRINGER INGELHEIM ITALIA S.p.A., ha l’obiettivo di fornire servizi di supporto psicologico e clinico a pazienti affetti da Fibrosi Polmonare Idiopatica (IPF).

Statistiche

Numero di soluzioni 1300
Opinione più recente Riorganizzazione del servizio di assistenza socio sanitaria
Opinione meglio votata BASTA PERDITE DI TEMPO IN FILE ALLE POSTE O IN BANCA
Amministrazione più propositiva Regione Puglia

FORUM PA Challenge logo

A ciascuno la sua parte: noi ci prendiamo la responsabilità di elencare alcune “sfide” che lanciamo a quelli che non si sono rassegnati e hanno ancora voglia di mettere la loro intelligenza e la loro creatività al servizio del bene comune. Chi raccoglie la sfida?