Provincia di Brescia

La Provincia di Brescia promuove e coordina la realizzazione di un Centro Servizi Territoriale (C.S.T.) di ambito sovraccomunale. Il C.S.T. provinciale, che ha assunto il nome di Centro Innovazione e Tecnologie, è una struttura operativa finalizzata allo sviluppo del governo elettronico nel territorio bresciano.
Obiettivo del CST è quello di sostenere i Comuni e gli Enti aderenti nella realizzazione di un più vasto e qualificato sistema di servizi telematici, accessibili on line dai cittadini e dalle imprese del territorio.

A tal fine il Centro Innovazione e Tecnologie:

  • promuove la cooperazione intercomunale
  • coordina la realizzazione della rete dei Comuni bresciani
  • organizza la domanda di servizi di natura informativa e tecnologica (ICT)
  • accoglie e si fa promotore di collaborazioni con gli Enti e le Istituzioni di riferimento in ambito locale, nazionale ed internazionale
  • eroga ai Comuni aderenti servizi di back office finalizzati allo sviluppo del governo elettronico locale
  • promuove la cultura dell'e-gov e della gestione associata dei servizi comunali
  • coordina e promuove azioni di formazione e di informazione sulle tematiche del governo elettronico, rivolte sia agli operatori della Pubblica Amministrazione Locale, sia ai cittadini dei Comuni aderenti.

Soluzioni proposte

La Provincia di Brescia ha inteso estendere il processo di razionalizzazione della propria macchina amministrativa attraverso un significativo potenziamento dei propri sistemi informativi, inteso come sviluppo ed estensione dell'utilizzo delle tecnologie informatiche e telemati

Vinciamo insieme le sfide per una PA che funzioni meglio! Segnala la tua soluzione!

Menú utente

Statistiche

Numero di soluzioni 1546
Opinione più recente Riorganizzazione del servizio di assistenza socio sanitaria
Opinione meglio votata BASTA PERDITE DI TEMPO IN FILE ALLE POSTE O IN BANCA
Amministrazione più propositiva Regione Puglia

FORUM PA Challenge logo

A ciascuno la sua parte: noi ci prendiamo la responsabilità di elencare alcune “sfide” che lanciamo a quelli che non si sono rassegnati e hanno ancora voglia di mettere la loro intelligenza e la loro creatività al servizio del bene comune. Chi raccoglie la sfida?