Scudo dei Carabinieri

SCUDO dei CARABINIERI è un' Impresa Sociale, una organizzazione nella quale si coniugano le competenze di Militari dell'Arma dei Carabinieri con le esperienze di professionisti della Società Civile. Lo scopo è quello di declinare il risultato della somma delle loro professionalità in progetti che vengono elaborati e si sviluppano nel Terzo settore con lo scopo di salvaguardare ed incrementare la Sicurezza Sociale dei Cittadini. “SCUDO dei Carabinieri| Impresa Sociale” si sviluppa con la costruzione di una Organizzazione non-profit che promuove e realizza attività di interesse generale mediante forme di azione volontaria, di mutualità e di produzione e scambio di servizi elaborati da Carabinieri in congedo (interessati al perseguimento di finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale, in attuazione del principio di sussidiarietà ed in coerenza con alcune delle finalità dei Compiti istituzionali che hanno espletato nel corso degli anni di attività, quando in servizio nell’Arma) in collaborazione sinergica con altri Soggetti del mondo civile, della Pubblica Amministrazione e delle Imprese private commerciali. ​

Soluzioni proposte

Le modalità con cui sono stati compiuti i recenti attacchi terroristici e gli effetti causati sulla popolazione sono ben chiari ed evidenziano la necessità di pianificare l’attuazione di piani informativi di massa finalizzati a promuovere la diffusione della “Cultura della Sicu

Vinciamo insieme le sfide per una PA che funzioni meglio! Segnala la tua soluzione!

Menú utente

Statistiche

Numero di soluzioni 1495
Opinione più recente Riorganizzazione del servizio di assistenza socio sanitaria
Opinione meglio votata BASTA PERDITE DI TEMPO IN FILE ALLE POSTE O IN BANCA
Amministrazione più propositiva Regione Puglia

FORUM PA Challenge logo

A ciascuno la sua parte: noi ci prendiamo la responsabilità di elencare alcune “sfide” che lanciamo a quelli che non si sono rassegnati e hanno ancora voglia di mettere la loro intelligenza e la loro creatività al servizio del bene comune. Chi raccoglie la sfida?