Tribunale di Firenze

Il tribunale ordinario di Firenze è istituzione giudiziaria di primo grado in materia civile e in materia penale e ha una competenza territoriale: distrettuale per quanto riguarda le materie di pertinenza della DDA ( Direzione Distrettuale Antimafia), del Tribunale del Riesame, della sezione specializzata in materia di protezione internazionale;  regionale  per le materie di pertinenza del Tribunale delle Imprese e del collegio per le misure di prevenzione; circondariale, cioè coincidente con il territorio della Città Metropolitana di Firenze, per tutte le altre materie civili e penali per cui non è competente il giudice di pace o il  tribunale per i minorenni.
E’ giudice di appello sulle impugnazioni contro le sentenze pronunciate dal giudice di pace.
Esso giudica ordinariamente  in composizione monocratica o nei casi previsti dalla legge in composizione collegiale(3 magistrati, e, per quanto riguarda la Corte di Assise, 8 magistrati, di cui 6 popolari). 
 

Soluzioni proposte

Il progetto mira, nelle materie contrattuali e di competenza del Tribunale delle Imprese, ad individuare le cause conciliabili onde facilitare il giudice nell’invio della controversia in mediazione demandata e a realizzare un algoritmo predittivo in tale campo.Con l’aiuto di importanti partner pu

Il Tribunale di Firenze, utilizzando la piattaforma informatica messa a disposizione dell’Ordine degli Avvocati di Firenze con convenzione del 20.03.18, si è dotato stabilmente di una web tv realizzata da PMG srl con finanziamento della Camera di Commercio di Firenze.I servizi della web tv , real

Vinciamo insieme le sfide per una PA che funzioni meglio! Segnala la tua soluzione!

Menú utente

Statistiche

Numero di soluzioni 1447
Opinione più recente Riorganizzazione del servizio di assistenza socio sanitaria
Opinione meglio votata BASTA PERDITE DI TEMPO IN FILE ALLE POSTE O IN BANCA
Amministrazione più propositiva Regione Puglia

FORUM PA Challenge logo

A ciascuno la sua parte: noi ci prendiamo la responsabilità di elencare alcune “sfide” che lanciamo a quelli che non si sono rassegnati e hanno ancora voglia di mettere la loro intelligenza e la loro creatività al servizio del bene comune. Chi raccoglie la sfida?