AC3:Augmented Cure in Chronic Care

Una piattaforma software per la gestione dei processi di “presa in carico” del paziente cronico secondo il Chronic Care Model.

AC3” è pertanto una soluzione che utilizza appieno una soluzione completa di tecnologie ICT che gestisce la molteplicità delle interazioni dei diversi attori del processo di diagnosi e cura del paziente cronico attraverso un cosiddetto orchestratore. L’orchestratore si occupa di gestire gli eventi che di volta in volta i singoli sistemi informatici diagnostici, di archiviazione dell’informazione clinica e di tipo amministrativo, incluse le autoregistrazioni del paziente, rendendoli di fatto interoperanti e garantendo che di volta in volta ogni attore di questo processo venga attivato dall’evolversi delle stesse informazioni. A partire dall’inquadramento iniziale: Anamnesi, Esame obiettivo, accertamenti diagnostici e strumentali, visite specialistiche ed arruolamento del paziente con gestione del consenso dello stesso, il sistema consente di selezionare – in funzione della stadiazione della patologia cronica – la linea guida applicabile e di garantire la condivisione in rete delle informazioni e teleconsulto tra tutti gli attori del processo assistenziale (specialisti, infermieri, MMG, ecc.), la personalizzazione del Progetto di Assistenza della patologia Cronica (PCA), con adeguamento delle frequenze degli esami diagnostici ed ambulatoriali di “follow-up” alla specifica condizione del paziente, l’eventuale esecuzione di esami aggiuntivi legati alle co-morbilità del soggetto ed eventuali assistenze aggiuntive, legate a carenze nelle “dimensioni” valutate (ad esempio capacità mnemoniche, autonomia, ecc.). Una volta individuato il PCA, il sistema “AC3“ si occupa di attivare, fra i vari attori l’esecuzione del “follow-up” e del relativo pacchetto diagnostico-terapeutico, per il quale il Sistema Informativo alloca, mediante interfacciamento con il Centro Unico di Prenotazione, le prestazioni specialistiche ed ambulatoriali, le visite e gli esami, le notifica all’assistito attraverso il canale di comunicazione prescelto da quest’ultimo, cercando di concentrare alcune prestazioni (eseguite in tele-diagnostica) presso lo studio del MMG.

Obiettivi, destinatari e contesto: 

La soluzione è stata sviluppata presso la direzione Sistemi Informativi della ASL BT e ha visto il coinvolgimento dei seguenti profili: • personale medico ed infermieristico • specialisti IT (software architects) e il gruppo degli esperti di BPM (Business Process Management), appartenenti al team delle aziende informatiche coinvolte • personale delle strutture ICT e dell’Ingegneria Clinica della ASL BT;

Vinciamo insieme le sfide per una PA che funzioni meglio! Segnala la tua soluzione!

Menú utente

Statistiche

Numero di soluzioni 1447
Opinione più recente Riorganizzazione del servizio di assistenza socio sanitaria
Opinione meglio votata BASTA PERDITE DI TEMPO IN FILE ALLE POSTE O IN BANCA
Amministrazione più propositiva Regione Puglia

FORUM PA Challenge logo

A ciascuno la sua parte: noi ci prendiamo la responsabilità di elencare alcune “sfide” che lanciamo a quelli che non si sono rassegnati e hanno ancora voglia di mettere la loro intelligenza e la loro creatività al servizio del bene comune. Chi raccoglie la sfida?