Amministrazione condivisa: i patti di collaborazione restituiscono alla comunità i beni confiscati alla mafia

#lacittàèditutti #amministriamolainsieme

Il Comune di Bagheria ha proposto l’attuazione dell’Amministrazione condivisa con l’adozione di un regolamento sulla collaborazione tra cittadini e Comune per la cura dei beni urbani. La novità, rispetto ad altri Enti che si prendono cura dei beni materiali ed immateriali, sta nel fatto che Bagheria è andata attuando questo modello anche ai i beni confiscati alla criminalità organizzata, inserendoli tra i beni oggetto di patti di collaborazione. Azione balzata agli onori della cronaca: https://youtu.be/MYe9jhO6D0o . Il coinvolgimento di associazioni e cittadini è stato il 1° step. Le proposte sono online sul sito web comunale: https://comune.bagheria.pa.it/amministrazione-condivisa/ Istituita anche la pagina social: https://www.facebook.com/AmministrazioneCondivisaBagheria. 

Il modello è adattabile a tutti i contesti per la cogestione pubblico/privato garantendo la sostenibilità nel tempo di aree e immobili e favorendo la promozione del senso di appartenenza ed empowerment di comunità.

Obiettivi, destinatari e contesto: 

Lo scopo del progetto che si prende cura dei beni comuni si fonda sull'assunto che la città è piena di risorse, attiva e capace di affrontare gli ostacoli; grazie a queste risorse i cittadini possono uscire dal ruolo passivo di amministrati per diventare co-amministratori, che integrano queste risorse con quelle di cui è dotata l’amministrazione e si assumono una parte di responsabilità nel risolvere problemi curando i beni comuni, quindi la città, con una ricaduta sulla riqualificazione del territorio e uno sviluppo dei servizi e delle attività da offrire alla cittadinanza. Il rapporto con i cittadini destinatari del progetto si fonda così sulla fiducia e sul rispetto dell’autonomia degli stessi che ne sono coinvolti, comportando un radicale cambiamento di mentalità nell'amministrazione, che deve considerare i cittadini come alleati per risolvere i problemi, e non come problemi essi stessi: è nell'interesse comune, infatti, attingere alle risorse di cui i cittadini sono portatori.

Vinciamo insieme le sfide per una PA che funzioni meglio! Segnala la tua soluzione!

Menú utente

Statistiche

Numero di soluzioni 1447
Opinione più recente Riorganizzazione del servizio di assistenza socio sanitaria
Opinione meglio votata BASTA PERDITE DI TEMPO IN FILE ALLE POSTE O IN BANCA
Amministrazione più propositiva Regione Puglia

FORUM PA Challenge logo

A ciascuno la sua parte: noi ci prendiamo la responsabilità di elencare alcune “sfide” che lanciamo a quelli che non si sono rassegnati e hanno ancora voglia di mettere la loro intelligenza e la loro creatività al servizio del bene comune. Chi raccoglie la sfida?