ApriamoGliOcchi - AGO

L'app che ti aiuta a rendere più sicura e vivibile la tua città.

ApriamoGliOcchi (AGO) è una app che permette di inviare segnalazioni su sicurezza e decoro urbano.

La sicurezza del quartiere in cui vivi è finalmente a portata di smartphone; è fatta da tutti, per tutti: insieme!

Grazie ad AGO è possibile allertare od essere allertato in tempo reale di situazioni sospette o di degrado da tutti gli utenti che si trovano nella zona di interesse, contribuendo a migliorare la sicurezza e la qualità della vita del proprio quartiere.

I messaggi potranno essere monitorati "live" dalle istituzioni e dalle forze dell'ordine, che avranno la possibilità di agire e di perfezionare i loro interventi.

Obiettivi, destinatari e contesto: 

La sicurezza percepita dai cittadini è spesso inferiore a quella reale e tende ad alimentare allarme sociale. AGO è una app destinata a tutti i cittadini che intendono partecipare attivamente alla vita della propria comunità. Un contributo preventivo e che può fungere da deterrente rispetto a situazioni di pericolo: grazie a questa app dieci, cento, mille occhi vigilano sulla tua città e sostengono il benessere di tutti. Dal punto di vista della Pubblica Amministrazione, AGO intende veicolare il messaggio della "partecipazione attiva" dei cittadini. Troppo spesso, l'Amministrazione comunale si trova a dover fronteggiare, il più delle volte quasi in solitaria, determinate situazioni problematiche: attraverso AGO, l'intenzione è quella di "trasferire" anche sui cittadini l'impegno sociale a favore della collettività. Perché il bene pubblico appartiene ad ognuno!

Statistiche

Numero di soluzioni 1042
Opinione più recente itinerari possibili
Opinione meglio votata BASTA PERDITE DI TEMPO IN FILE ALLE POSTE O IN BANCA
Amministrazione più propositiva Regione Puglia

FORUM PA Challenge logo

A ciascuno la sua parte: noi ci prendiamo la responsabilità di elencare alcune “sfide” che lanciamo a quelli che non si sono rassegnati e hanno ancora voglia di mettere la loro intelligenza e la loro creatività al servizio del bene comune. Chi raccoglie la sfida?