AR4ALL

la realtà aumentata in comune

AR4ALL è un sistema tecnologico integrato in grado da un lato di valorizzare in modo innovativo il patrimonio artistico e culturale proprio di un territorio e dall’altro di stimolare l’interesse e l’affezione del pubblico nei confronti dei beni culturali, favorendone la conoscenza attraverso la creazione di contenuti a valore aggiunto fruibili con tecnologie di Realtà Aumentata. Tali tecnologie saranno rese disponibili ai consumatori finali dagli stessi provider di contenuti (PA) e responsabili della gestione, salvaguardia e valorizzazione del patrimonio culturale, i quali, attraverso AR4ALL, potranno disporre di uno strumento versatile e user-friendly per progettare e creare autonomamente applicazioni in Realtà Aumentata, destinate alla cittadinanza e ai turisti, con l’obiettivo di narrare in forma originale e innovativa i beni culturali del territorio. AR4ALL è già stato sviluppato in forma di prototipo nelle sue funzionalità principali. Il sistema si compone di:

  • un’applicazione web, ossia un POI (Point of Interest) management system, con cui i provider di contenuti possono gestire il loro catalogo di punti di interesse culturali immettendo informazioni e contenuti multimediali, che saranno rivelati all’utente finale tramite Realtà Aumentata;
  • un’applicazione mobile, per iOS ed Android, con cui l’utente finale, cittadino o turista, può inquadrare i codici QR, generati dinamicamente dal POI management system e collocati dalla PA nei pressi dei POI, per visualizzarne i contenuti informativi aggiuntivi e conoscere la posizione di altri POI inseriti tramite ricerca spaziale a schermo.

I POI possono essere di tipo indoor (la collezione di opere di un museo statale ad es.) oppure outdoor (qualsiasi bene culturale geolocalizzato territorialmente). I vantaggi di AR4ALL riguardano:

  • l’orientamento del servizio a una logica di Smart City;
  • l’economicità del sistema;
  • l’accessibilità (funzionalità audio per gli ipovedenti);  
  • l’accuratezza dei contenuti offerti (la PA inserisce autonomamente le informazioni);
  •  la riduzione del digital divide attraverso una tecnologia dotata di un’interfaccia user-friendly per la catalogazione dei beni (provider) e per la fruizione dei contenuti (utenti finali);
  • la creazione di Open data riutilizzabili da sviluppatori terzi.
Obiettivi, destinatari e contesto: 

AR4ALL non è ancora stato presentato in ambito PA.

Vinciamo insieme le sfide per una PA che funzioni meglio! Segnala la tua soluzione!

Menú utente

Statistiche

Numero di soluzioni 1447
Opinione più recente Riorganizzazione del servizio di assistenza socio sanitaria
Opinione meglio votata BASTA PERDITE DI TEMPO IN FILE ALLE POSTE O IN BANCA
Amministrazione più propositiva Regione Puglia

FORUM PA Challenge logo

A ciascuno la sua parte: noi ci prendiamo la responsabilità di elencare alcune “sfide” che lanciamo a quelli che non si sono rassegnati e hanno ancora voglia di mettere la loro intelligenza e la loro creatività al servizio del bene comune. Chi raccoglie la sfida?