ATLANTECH

A SMART SOLUTION FOR A SMART CITY

Atlantech è un progetto, nato nel 2012 presso l'Università degli Studi di Verona, che in seguito ad alcuni riconoscimenti per l'innovazione (Start Cup Veneto 2012 e PNI 2012) ha portato alla costituzione di uno Spin Off accademico.

Una Smart PA deve essere in grado, attraverso le proprie scelte, di apportare benefici alla società e di ottimizzare l’uso delle risorse pubbliche ormai sempre più limitate.

In questa ottica Atlantech ha sviluppato un innovativo sistema per posare i pali di illuminazione pubblici senza l'uso di calcestruzzo, apportando benefici ambientali, economici e sociali alle PA locali ed ai cittadini. Il sistema permette:

  •  di risparmiare risorse pubbliche nelle operazioni di posa degli impianti di illuminazione;
  •  di abbattere del 75% i tempi di cantiere con benefici per la circolazione stradale e maggior sicurezza per gli automobilisti;
  •  di garantire una ottimale messa a terra del palo di illuminazione evitando casi di folgorazione;
  •  di abbattere le emissioni di CO2 nella fase di produzione dei materiali, nella fase di installazione e nella fase di smaltimento di fine vita grazie all'uso dell'acciaio al posto del cemento. Il prodotto è riutilizzabile e completamente riciclabile.
  •  di ottenere una soluzione di arredo urbano esteticamente migliorativa rispetto la vecchia tecnologia che evita di scorgere i classici ingombranti plinti di cemento su scarpate, cicli stradali e zone verdi;
  •  di garantire una ottimale tenuta della verticalità del palo nel tempo, in quanto l'inclinazione dei pali è da attribuire nel 90% dei casi al peso del plinto di cemento e non all'azione del vento.

Il sistema di posa Atlantech permette inoltre di ottenere benefici per quanto riguarda la sicurezza passiva dei pali di illuminazione in caso di incidente stradale: la sostituzione del plinto in cemento evita l'alloggiamento alla base del palo di centinaia di kilogrammi che vincolano il palo alla base durante l'impatto.

La fondazione Atlantech, essendo non invasiva (per un palo medio di 8 metri la fondazione pesa dai 40 ai 50kg contro i 1200/1500kg di un plinto) si avvantaggia dell'elasticità del terreno nella quale è installata per assorbire l'energia dell'impatto con il veicolo. Tale soluzione è stata progettata in ottica Smart Cities, in quanto i futuri pali di illuminazione intelligenti (con servizi che andranno dalla ricarica elettrica per autoveicoli a sistemi per il controllo del traffico, alla connessione wifi, alla stazione meteo, ad informazioni turistiche legate all'area circostante, ecc) dovranno avere una fondazione altrettanto intelligente ed ecosostenibile.

Statistiche

Numero di soluzioni 898
Opinione più recente Semplice ed efficace
Opinione meglio votata BASTA PERDITE DI TEMPO IN FILE ALLE POSTE O IN BANCA
Amministrazione più propositiva Regione Puglia

FORUM PA Challenge logo

A ciascuno la sua parte: noi ci prendiamo la responsabilità di elencare alcune “sfide” che lanciamo a quelli che non si sono rassegnati e hanno ancora voglia di mettere la loro intelligenza e la loro creatività al servizio del bene comune. Chi raccoglie la sfida?