+ Bonus = + Centro Storico = - Consumo di Suolo = - Inquinamento

La PA regala Bonus volumetrici ai cittadini che decidono di riqualificare i propri beni in centro storico

ll progetto consiste nell' applicazione di un modello perequativo, con il quale, la PA regala un bonus volumetrico a chi decide di intervenire sul proprio bene nel centro storico. Il bonus è vendibile ai cittadini titolari di beni in una zona esterna al centro storico, che acquisiranno un diritto edificatorio di cui oggi non dispongono. Potrà consentire, per esempio, la realizzazione di una cameretta o di un bagno in più nella propria abitazione. Intanto il cittadino che ha investito nel centro storico si vedrà monetizzato il bonus che costituirà un cofinanziamento dell'intervento realizzato. Il rapporto tra chi dispone dei bonus e chi li vuole acquistare si prevede sia gestito con un apposito portale ispirato all' e-commerce e a piattaforme social, quale Messenger, che permetterà di mettere in contatto i soggetti privati e di generare automaticamente gli atti che dovranno sottoscrivere alla presenza della PA.

Obiettivi, destinatari e contesto: 

Gli obiettivi del progetto sono molteplici: Favorire la riqualificazione del patrimonio privato in centro storico; consentire a chi non è in centro storico piccoli ampliamenti oggi non possibili che rispondano alle rispettive esigenze famigliari; ridurre il consumo di suolo incentivando l'insediamento nella zona urbanizzata di maggior pregio e disincentivando quindi la realizzazione di nuove aree residenziali; contenere l'aumento di patrimonio pubblico e quindi concentrare le sempre minori risorse sulla manutenzione e riqualificazione del patrimonio pubblico di maggior pregio ossia quello del centro storico; ridurre lo sviluppo di strade contendo il traffico e quindi l'inquinamento

Statistiche

Numero di soluzioni 1299
Opinione più recente Riorganizzazione del servizio di assistenza socio sanitaria
Opinione meglio votata BASTA PERDITE DI TEMPO IN FILE ALLE POSTE O IN BANCA
Amministrazione più propositiva Regione Puglia

FORUM PA Challenge logo

A ciascuno la sua parte: noi ci prendiamo la responsabilità di elencare alcune “sfide” che lanciamo a quelli che non si sono rassegnati e hanno ancora voglia di mettere la loro intelligenza e la loro creatività al servizio del bene comune. Chi raccoglie la sfida?