Campania Partecipa

Cittadini protagonisti e politica responsabile

La Regione Campania, con la Legge Regionale n. 11/2015 «Legge di semplificazione 2015», ha introdotto nel proprio ordinamento una disciplina organica volta al miglioramento della qualità della regolamentazione e alla partecipazione dei cittadini ai processi decisionali regionali, prevedendo che tutti i disegni di legge di Giunta siano preventivamente condivisi con i cittadini e gli stakeholders secondo modalità trasparenti, anche al fine dell’Analisi di Impatto della Regolamentazione (AIR). Tale processo di consultazione si svolge sia in presenza sia online, sulla sezione del sito web istituzionale della Regione Campania partecipa, nella quale vengono pubblicati gli schemi normativi e le modalità di invio di modifiche, integrazioni e proposte.

Obiettivi, destinatari e contesto: 

L’iniziativa nasce al fine di: 1. rendere più trasparente e partecipato il processo di adozione delle norme; 2. migliorare l'efficienza e l’efficacia delle norme; 3. rendere gli spazi decisionali inclusivi e basati sullo scambio di informazioni e sul dibattito pubblico; 4. rafforzare l'accountability da parte dei decisori pubblici e le possibilità di individuare responsabilità in capo ai principali attori istituzionali. L’iniziativa è aperta a chiunque voglia intervenire: proprio al fine di includere il maggior numero possibile di stakeholders, consente a tutti i cittadini di interloquire con l’Amministrazione partecipando alle consultazioni realizzate on-line, tramite la sezione “Campania Partecipa” del sito istituzionale.

Statistiche

Numero di soluzioni 1324
Opinione più recente Riorganizzazione del servizio di assistenza socio sanitaria
Opinione meglio votata BASTA PERDITE DI TEMPO IN FILE ALLE POSTE O IN BANCA
Amministrazione più propositiva Regione Puglia

FORUM PA Challenge logo

A ciascuno la sua parte: noi ci prendiamo la responsabilità di elencare alcune “sfide” che lanciamo a quelli che non si sono rassegnati e hanno ancora voglia di mettere la loro intelligenza e la loro creatività al servizio del bene comune. Chi raccoglie la sfida?