CONFIRMO

CONFIRMO l'app che trasforma il consenso informato in consenso consapevole

Oggi, tutte le informazioni necessarie ad un paziente per decidere se sottoporsi a un atto sanitario, sono comunicate dal medico tramite colloquio, con il supporto di ausili tradizionali come libretti, brochure e, molto raramente, piccoli audiovisivi e/o modelli anatomici realistici. Alla fine del percorso che dovrebbe consentire al paziente di capire in cosa consiste l'atto sanitario, viene acquisito il relativo consenso che attesta che il paziente ha compreso: quanto dovrà subire, le eventuali tecniche alternative, i rischi correlati alla prestazione o alle sue fasi successive, tutte le eventuali complicazioni. Nonostante questo, è noto che una parte delle cause medico-legali sono motivate dal fatto che i pazienti non hanno compreso a fondo tutti i rischi e le conseguenze che il medico ha loro spiegato. Spesso ciò può avvenire perché il paziente ha dimenticato, in assoluta buona fede, parte delle informazioni ricevute. Da uno studio risulta che subito dopo il colloquio con il proprio medico ogni paziente dimentica tra il 40% e l’80% di ciò che gli è stato riferito (Williams, M. “The role of health literacy in patient-physician communication.” Family Medicine 2002; 34(5): 383-9). Una volta arrivati in sede legale non è semplice documentare che le informazioni erano state invece presentate, e in modo chiaro. Soprattutto può essere difficoltoso, per il medico, dimostrare di essersi in qualche modo sincerato della loro comprensione da parte del paziente. Ci sono altri aspetti da considerare, come il volume di carta generato, gli obblighi di conservazione imposti dalle normative e la tracciabilità in relazione alla cartella clinica. Non va poi dimenticato il tempo che il personale medico e infermieristico deve dedicare per fornire informazioni ripetitive di carattere generale ai singoli pazienti. Da una ricerca emerge che il personale infermieristico dedica più del 23% del tempo lavorativo ad educare i pazienti, ripetendo ogni volta gli stessi concetti. (Knee, K. “More than a wise patient care decision, computer based education makes good business sense.” Oncology Interactive Education Series).

L'obiettivo di CONFIRMO è quindi quello di colmare il gap tecnologico introducendo un sistema informatizzato in grado di:

  • Erogare formazione al paziente e testarne effettivamente la comprensione, certificandola;
  • Fornire servizi accessori come la firma elettronica avanzata (FEA), che mantiene il percorso digitalizzato conformemente alle prescrizioni di legge;
  • Seguire il paziente durante tutto il recupero postoperatorio con il diario del recupero
  • Migliorare la comunicazione con i pazienti grazie a strumenti tecnologici utilizzabili direttamente su smartphone e tablet oltre che via web
  • Ridurre il tempo che i professionisti della sanità dedicano alla somministrazione di informazioni generiche e ripetitive ai pazienti
  • Ridurre il numero di chiamate all’equipe medica sia prima che dopo gli interventi
  • Diminuire le cancellazioni di prestazioni sanitarie
Obiettivi, destinatari e contesto: 

La soluzione è stata progettata dall'Azienda OPENVIEW S.R.L e scelta dall'Azienda Ospedaliera di Padova come sistema per standardizzare e ottimizzare la comunicazione al paziente nell'ambito della riorganizzazione dei servizi di Day Hospital.

Statistiche

Numero di soluzioni 1300
Opinione più recente Riorganizzazione del servizio di assistenza socio sanitaria
Opinione meglio votata BASTA PERDITE DI TEMPO IN FILE ALLE POSTE O IN BANCA
Amministrazione più propositiva Regione Puglia

FORUM PA Challenge logo

A ciascuno la sua parte: noi ci prendiamo la responsabilità di elencare alcune “sfide” che lanciamo a quelli che non si sono rassegnati e hanno ancora voglia di mettere la loro intelligenza e la loro creatività al servizio del bene comune. Chi raccoglie la sfida?