CRIKHET VMD

Gestione del processi di monitoraggio domiciliare di pazienti cronici destinatari di dispositivi di ventilazione meccanica domiciliare.

Il progetto CRIKHET VMD è stato realizzato nell’ambito di Apulian ICT Living Labs, una iniziativa della Regione Puglia che individua una modalità nuova di fare innovazione sul territorio in cui ricercatori, imprese informatiche, enti e gruppi organizzati di cittadini/utenti, scambiano idee e conoscenze, progettano, realizzano, sperimentano e valutano insieme soluzioni tecnologiche innovative. Il partneriato di progetto ha promosso l’adesione alle rete europea dei Living Labs ENoLL. Il living lab CRIKHET è nodo fondatore in ENoLL del Health Group.
Attraverso la soluzione viene gestito l’intero processo di VMD : dalla fase della richiesta del dispositivo all’assegnazione di quello più idoneo eseguito dallo specialista prescrittore alla fase di follow up domiciliare che include tutte le attività relative dalla formazione dei familiari che assistono il paziente in trattamento, sino al monitoraggio costante del funzionamento dell’apparecchio e al supporto in caso di eventi avversi o effetti indesiderati.
La soluzione software realizzata è disponibile in modalità SaaS (Software as a Service) in cloud pubblico sulla bpmPaaS “Jamio Openwork” della società Openwork srl capofila del progetto e si basa sui moderni paradigmi del Cloud Computing, Business Process Management (BPM) e Mobile Technology.

Descrizione dei bisogni che si è inteso/si intende soddisfare e dei destinatari del progetto: 
Crikhet VMD è la risposta a un fabbisogno emerso dagli studi condotti presso l’ARES Puglia dal servizio di Valutazione integrata in Sanità e dalla la rete regionale di Health Tecnology Assessment: il tavolo Hta di Pneuomologia ha riunito 17 professionalità che hanno sviluppato le linee-guida relative alla corretta gestione dei percorsi clinico-assistenziali dei pazienti con patologia respiratoria. Tali linee guida sono diventato oggetto della delibera 129 denominata “Linee Guida Regionali per la Ventilazione Meccanica Domiciliare” ed interamente recepite nella soluzione realizzata. Grazie all’interazione tra il dispositivo di ventilazione meccanica, la piattaforma informatica e le app scaricabili dai medici oltre che dal paziente e/o dai suoi familiari su smartphone o tablet, sono stati raggiunti i seguenti obiettivi: - Informatizzare il processo di identificazione medico e paziente permettendo l’inserimento dei dati clinici del paziente. - Informatizzare il processo di prescrizione del ventilatore e del relativo materiale di consumo. - Generazione degli allegati con compilazione automatica rispetto ai dati inseriti; - Gestione della fase di Follow-up ed interazione tramite Smartphone per l’invio delle rilevazioni e allarmi del ventilatore durante la terapia domiciliare. - Gestione del processo di riassegnazione del ventilatore. - Analisi per la valorizzazione economica dei risultati ottenuti dalla sperimentazione.
Descrizione del team/partnership di progetto, delle risorse e delle competenze: 
I partner coinvolti nel progetto sono stati la rete di imprese IT pugliesi “CRIKHET” composta dalle società Openwork (BA), Sincon (TA) e LinksMT (LE) soggetti leader nel settore ICT specializzate nello sviluppo di soluzioni innovative per la Pubblica Amministrazione e la Sanità; l’Agenzia Regionale Sanitaria, il Dihtec e il Poliba. La rete aggrega competenze qualificate e complementari e si propone come soggetto attuatore di progetti innovativi in ambito Sanità Digitale , che richiedono una forte integrazione di competenze e una elevata capacità di governo e di delivery. In particolare nel progetto sono state sviluppate le seguenti componenti applicative : - soluzione di gestione dei protocolli di cura che consenta di modellare un generico percorso di cura, specificare singole attività, attori coinvolti, gestire eventi significativi e/o avversi etc. e di seguirne lo svolgimento focalizzando l'attenzione sul paziente che resta al centro del processo. - app mobile integrata con la piattaforma di gestione dei protocolli di cura a disposizione di pazienti o care giver e di medici per la consultazione del calendario delle visite domiciliari e della rubrica dei pazienti, la segnalazione di dati clinici o di eventi avversi. - una soluzione di business intelligence, anch'essa integrata con la piattaforma di gestione dei protocolli di cura, di supporto alle decisioni di responsabili e manager di strutture.
Descrizione della tecnologia adottata identificando gli elementi di interoperabilità: 
Le caratteristiche architetturali della piattaforma Jamio openwork (Layered Architecture, Event Driven SOA, Process Driven) alla base della soluzione Crikhet VMD, favoriscono l'integrazione di sistemi esterni in modo che possano essere utilizzati in maniera del tutto trasparente. L'approccio della piattaforma alla System Integration comprende diversi modelli che permettono la realizzazione di un’integrazione con sistemi esterni in entrambi i sensi. - Service Integration. Il motore di Business Process Management (BPMS) può richiamare servizi applicativi esterni attraverso service task configurati con gli appositi strumenti di modellazione. La piattaforma supporta nativamente i protocolli più diffusi (ad esempio SOAP, REST, SMTP, IMAP, FTP, PEC), ed è quindi possibile collegarsi ad una ampia gamma di servizi applicativi sia interni all’organizzazione che disponibili su Internet. E’ possibile estendere il supporto a protocolli non gestiti nativamente realizzando nuovi connettori come librerie assembly del framework Microsoft .NET usufruendo di tutte le caratteristiche di integrazione nativa di tale ambiente con i S.O. Microsoft - Data Integration. Jamio utilizza Microsoft SQL Server come database per lo storage delle risorse dati. E’ possibile esporre in maniera del tutto trasparente all’interno dell’ecosistema Jamio openwork dati forniti da fonti esterne.
Descrizione del time to market della soluzione intesa come trasferibilità: 
La soluzione CRIKHET VMD messa a punto, impatta su una serie di stakeholder a livello regionale come segue: - il paziente è aggiornato su esami da compiere e visite dello staff medico al quale può comunicare direttamente ogni evento di rilievo o avverso. - il medico è costantemente aggiornato sulle condizioni e sugli appuntamenti con i propri pazienti e inserisce nella piattaforma una serie di dati (ad es. relativi ai dati clinici o all’evoluzione della patologia) mantenendo costante il supporto ai propri pazienti. - i manager delle ASL e dell’AReS, grazie ai dati presenti nella piattaforma (ad es. statistiche sulle patologie dei pazienti e sui dispositivi di ventilazione prescritti e utilizzati), clinici (ad es. evoluzione delle patologie, numero eventi avversi ecc.) e organizzativi (ad es. tempi di consegna dei dispositivi ecc.) immessi nel sistema, hanno a disposizione strumenti di business intelligence (cruscotti informativi, indicatori ecc.) per valutare performance e costi nella gestione dei profili di cura al fine di incrementare l’efficienza, ottimizzare la spesa, ridurre il rischio clinico e aumentare la qualità dell’assistenza al paziente; - le aziende sanitarie non devono installare software negli uffici in quanto la piattaforma è in cloud pubblico e, dunque, utilizzabile semplicemente connettendosi a un indirizzo internet da pc, tablet o smartphone.
Descrizione degli investimenti stimati per la valutazione di sostenibilità: 
La Clinical Governance ovvero la gestione dei percorsi di cura e assistenziali del paziente ha l’obiettivo di abbattere le diseconomie e migliorare le prestazioni e la soddisfazione dell’assistito. L’iniziativa progettuale ha dimostrato su alcuni casi d’uso, la sostenibilità dell’implementazione di un sistema di Clinical Governance utilizzando un approccio metodologico basato su componenti informatiche, il governo di coalizioni di sistemi IT, l’applicazione di processi di gestione e best practices. E’ il caso della soluzione realizzata che è immediatamente fruibile e adottabile nel suo insieme e con particolare riferimento al modello prescrittivo unico regionale, in quanto di fondamentale importanza per la uniformità dei processi prescrittivi nella nostra Regione. Il risparmio ipotizzato è elevato confrontato con le inefficienze introdotte da situazione gestite localmente e che vedono un impegno di spesa significativo (alcuni milioni di €) da parte regionale.

Statistiche

Numero di soluzioni 1042
Opinione più recente itinerari possibili
Opinione meglio votata BASTA PERDITE DI TEMPO IN FILE ALLE POSTE O IN BANCA
Amministrazione più propositiva Regione Puglia

FORUM PA Challenge logo

A ciascuno la sua parte: noi ci prendiamo la responsabilità di elencare alcune “sfide” che lanciamo a quelli che non si sono rassegnati e hanno ancora voglia di mettere la loro intelligenza e la loro creatività al servizio del bene comune. Chi raccoglie la sfida?