Crowdfunding Civico del comune di Milano

Il Crowdfunding che finanzia il sociale rafforzando la connessione tra pubblico, privato e imprese favorendo il reperimento delle risorse

Con questo progetto il Comune di Milano ha voluto sostenere idee innovative ad alto impatto sociale nel campo della cura e dell’assistenza a categorie fragili di popolazione, dell’accessibilità e della connettività urbana, della qualità di vita dei cittadini, da finanziare mediante un’iniziativa sperimentale di crowdfunding.

Prioritariamente alla realizzazione del progetto il Comune di Milano ha indetto una gara pubblica per l’individuazione della miglior piattaforma di crowdfunding deputata ad accogliere i progetti selezionati dall’amministrazione in base alla caratteristiche del bando pubblico.

I progetti, selezionati sulla base del loro carattere innovativo e della loro capacità di generare impatti sociali rilevanti sul territorio di Milano e sugli individui e i gruppi destinatari degli interventi, sono stati accolti sulla piattaforma Eppela della società Anteprima srl che ha supportato le realtà vincitrici al fine di impostare una campagna di successo.

I progetti che durante la campagna pubblica sulla piattaforma web hanno raccolto donazioni dai cittadini almeno pari al 50% del loro budget sono stati cofinanziati dal Comune di Milano per il restante 50% a copertura del valore totale del progetto.

La designazione, da parte della collettività attraverso le donazioni attribuite, ai progetti meritevoli del contributo del Comune di Milano ha permesso di innescare un progetto virtuoso di coinvolgimento “dal basso” alle politiche sociali di supporto del territorio comunale.

Obiettivi, destinatari e contesto: 

- elaborare nuove soluzioni a bisogni sociali emergenti con particolare attenzione ai segmenti più deboli della popolazione; - far emergere bisogni ad oggi non riconosciuti, favorendo l’attivazione di risposte flessibili e personalizzate; - stimolare processi di abilitazione e di empowerment dei cittadini favorendo il passaggio da destinatari passivi di interventi a co-agenti delle scelte e degli interventi che li riguardano; - potenziare la resilienza di comunità, intesa come dinamica generativa di collaborazioni e comportamenti partecipativi tra persone, famiglie, gruppi sociali, istituzioni; - migliorare l’accessibilità e la connettività urbana, facilitando la fruizione dello spazio pubblico e dei servizi per i soggetti più deboli; - promuovere sul territorio comunale la ricomposizione in un modello collaborativo-connettivo delle risorse già presenti, l’aggregazione della domanda e la condivisione sociale della cura e dell’accudimento.

Statistiche

Numero di soluzioni 1042
Opinione più recente un'applicazione... utile?
Opinione meglio votata BASTA PERDITE DI TEMPO IN FILE ALLE POSTE O IN BANCA
Amministrazione più propositiva Regione Puglia

FORUM PA Challenge logo

A ciascuno la sua parte: noi ci prendiamo la responsabilità di elencare alcune “sfide” che lanciamo a quelli che non si sono rassegnati e hanno ancora voglia di mettere la loro intelligenza e la loro creatività al servizio del bene comune. Chi raccoglie la sfida?