Dimissioni precoci, telemedicina e dispositivi wearable in Chirurgia: un progetto di Ricerca-Azione per innovare sul campo in sanità

Più vicini al paziente per una sanità moderna e sostenibile

Il progetto di dimissioni precoci, telemedicina e dispositivi wearable in Chirurgia è il risultato della sinergia tra impiego di tecnologie innovative in chirurgia, sviluppo di una terapia per il controllo del dolore post-operatorio al domicilio e collaborazione integrata tra gli infermieri dell'Ospedale e del Territorio. Si intende implementare il progetto nei casi di interventi per neoplasia della prostata trattata con prostatectomia radicale in Day Surgery con pernottamento di un solo giorno, del colon o delle cavità nasali. È prevista la collaborazione con il Politecnico di Torino per adottare soluzioni tecnologiche che rispondano alle necessità clinico assistenziali e di sicurezza(device indossabili, sistemi di monitoraggio remoto...). In definitiva il progetto apre la strada verso una Sanità moderna: miglior utilizzo e valorizzazione delle risorse umane, scambio di competenze, apertura a collaborazioni di eccellenza che consentano di adeguare alla modernità i percorsi di cura.

Obiettivi, destinatari e contesto: 

L’obiettivo del progetto riguarda la possibilità di ridurre le giornate di degenza per alcune patologie trattabili attraverso tecniche chirurgiche poco invasive con importanti vantaggi innanzitutto per i pazienti e in secondo luogo anche per l’organizzazione ospedaliera. Con il progetto si sostengono e potenziano i diversi benefici derivanti da una dimissione integrata precoce al domicilio, in particolare per il Paziente: una minore degenza ospedaliera, con riduzione del rischio di infezioni ospedaliere e maggior benessere psicofisico e ripresa precoce delle proprie attività. Per l'Ospedale: l’ottimizzazione dell'utilizzo delle risorse umane ed economiche e l'utilizzo adeguato di nuove tecnologie, sia in campo chirurgico sia assistenziale, consentono di restringere il perimetro dell’assistenza ospedaliera alla gestione della sola fase acuta della malattia con invio precoce del paziente alla propria abitazione, pur in condizione protetta.

Statistiche

Numero di soluzioni 1300
Opinione più recente Riorganizzazione del servizio di assistenza socio sanitaria
Opinione meglio votata BASTA PERDITE DI TEMPO IN FILE ALLE POSTE O IN BANCA
Amministrazione più propositiva Regione Puglia

FORUM PA Challenge logo

A ciascuno la sua parte: noi ci prendiamo la responsabilità di elencare alcune “sfide” che lanciamo a quelli che non si sono rassegnati e hanno ancora voglia di mettere la loro intelligenza e la loro creatività al servizio del bene comune. Chi raccoglie la sfida?