DossiER

DossiER: tutto, ovunque

Il progetto DossiER è un progetto facente parte del Modello di Amministrazione digitale di Regione Emilia-Romagna che prevede la creazione di uno strumento semplice e standardizzato, nonchè multicanale, in grado di supportare informazioni di natura e provenienza diversa, che omogenizzi e semplifichi l’offerta informativa a tutte le tipologie di utenza, evitando la duplicazione e proliferazione di strumenti, a realizzando la creazione di ‘fascicoli virtuali’. Il sistema DossiER, sviluppato e gestito da LepidaSpa, è un middleware, creato in unica istanza a livello regionale, capace di indicizzare, senza duplicarle, molteplici fonti eterogenee (strutturate e documentali) dispiegate sul territorio da tutti gli Enti della PA e renderle disponibili tramite un'interfaccia web unica e semplificata agli operatori della PA opportunamente abilitati e nello stesso tempo a cittadini/imprese/professionisti (realizzando il fascicolo del cittadino, dell’impresa e dell’immobile e ogni altro ‘fascicolo’ sia identificabile dalla PA).

Il progetto persegue due importanti obiettivi fra loro correlati. Il primo è la Decertificazione ovvero «l'acquisizione diretta dei dati presso le amministrazioni certificanti da parte delle amministrazioni procedenti» che consente agli operatori della PA di svolgere le proprie attività con un numero minore di operazioni: attraverso questo strumento le PA possono scambiarsi agevolmente le informazioni di maggiore interesse, senza dover creare servizi ad hoc o infrastrutture complesse, ma inviando al sistema per l’indicizzazione un sottoinsieme di informazioni base definite da un’apposita ontologia standardizzata.

Il secondo è la Semplificazione per i cittadini, le imprese, i professionisti e le associazioni di categoria per i quali tutte le informazioni di loro interesse saranno reperibili in un unico punto, con un’unica credenziale di accesso sicura e una stessa modalità di navigazione, praticamente a costo zero per l’amministrazione in quanto i due obiettivi sono raggiunti con un unico investimento di minima entità. Per iscrivere una ‘fonte’ al servizio, l’Amministrazione ‘erogante’ deve comporre un xml con pochi dati di base dell’ontologia per il primo popolamento ed esporre un servizio per l’accesso diretto da parte del middleware ai restanti dati che intende pubblicare e che sono reperiti on demand direttamente dalla fonte originale che risiede presso l’Amministrazione stessa. Il sistema in questo modo consente di pubblicare informazioni strutturate, ma anche interi fascicoli documentali, che possono all’occorrenza essere scaricati direttamente dal sistema ‘in un click’. Esempi di informazioni che si possono pubblicare sono: informazioni anagrafiche e tributarie; informazioni sullo stato degli immobili; sulle pratiche presentate di qualsiasi natura e autorizzazioni rilasciate; multe e altre sanzioni amministrative; contributi assegnati; pagamenti effettuati verso la PA e così via.

Vinciamo insieme le sfide per una PA che funzioni meglio! Segnala la tua soluzione!

Menú utente

Statistiche

Numero di soluzioni 1495
Opinione più recente Riorganizzazione del servizio di assistenza socio sanitaria
Opinione meglio votata BASTA PERDITE DI TEMPO IN FILE ALLE POSTE O IN BANCA
Amministrazione più propositiva Regione Puglia

FORUM PA Challenge logo

A ciascuno la sua parte: noi ci prendiamo la responsabilità di elencare alcune “sfide” che lanciamo a quelli che non si sono rassegnati e hanno ancora voglia di mettere la loro intelligenza e la loro creatività al servizio del bene comune. Chi raccoglie la sfida?