E.C.0energy (edifici comunali a zero energia)

Micro-reti intelligenti ad energia verde condivisa

Il progetto “E.C.0energy” (Edifici Comunali a zero energia) con la realizzazione della seconda casa dell’energia, mira al proseguimento sullo sviluppo di un polo innovativo pubblico dove gli edifici comunali, grazie alla fonte fotovoltaica¸ lavorano nel creare una maglia distribuita di energia verde, auto-consumandola e riducendo al minimo il prelevamento dalla rete nazionale. L’energia fotovoltaica con il ruolo basilare dell’accumulo giocano un ruolo strategico nella stabilizzazione della rete e in una conversione energetica sui plessi energivori.

L’amministrazione intende passare dalla fonte fossile, come quella oggi presente nelle centrali termiche a “GPL” con quella rinnovabile e a costo zero del sistema termodinamico “a pompa di calore”.

Obiettivi e destinatari: 
L’idea scalabile del progetto, garantisce oltre ad un risparmio per i cittadini, la possibilità di creare nuove strategie sulla distribuzione e condivisione di un’energia pulita quali: panche digitali multiservizi, ricariche per bici e auto elettriche e innumerevoli sistemi multimediali atti a migliorare i servizi tra privato, scuola e pubblica amministrazione, ponendo le basi verso la programmazione e pianificazione di una piccola Smart City. Il progetto “E.C.0energy” metterà in comunicazione più sistemi fotovoltaici all’interno di svariati edifici pubblici con l’intento di renderli a bassissimo consumo fossile.

Vinciamo insieme le sfide per una PA che funzioni meglio! Segnala la tua soluzione!

Menú utente

Statistiche

Numero di soluzioni 1546
Opinione più recente Riorganizzazione del servizio di assistenza socio sanitaria
Opinione meglio votata BASTA PERDITE DI TEMPO IN FILE ALLE POSTE O IN BANCA
Amministrazione più propositiva Regione Puglia

FORUM PA Challenge logo

A ciascuno la sua parte: noi ci prendiamo la responsabilità di elencare alcune “sfide” che lanciamo a quelli che non si sono rassegnati e hanno ancora voglia di mettere la loro intelligenza e la loro creatività al servizio del bene comune. Chi raccoglie la sfida?