In Estate si imparano le STEM - Campi estivi di scienze, matematica, informatica e coding - I e II edizione

La presenza paritaria di donne nelle materie STEM è un’opportunità per tutti: interveniamo sin dai primi anni scolastici contro i pregiudizi

L’iniziativa In Estate si imparano le STEM promossa e realizzata dal Dipartimento per le Pari Opportunità, in partnership con il MIUR, nasce con l’obiettivo di avvicinare le studentesse della scuola primaria e secondaria allo studio delle materie STEM (Scienze, Tecnologia, Ingegneria e Matematica), superando i diffusi pregiudizi di genere e favorendo lo sviluppo di una maggiore consapevolezza tra le giovani studentesse della propria attitudine verso le conoscenze scientifiche. E’ la prima in Italia, e probabilmente in Europa, che prevede di utilizzare il periodo di chiusura estiva delle scuole per svolgere attività gratuite in grado di apportare reali benefici in particolare alle studentesse e agli studenti (dai 6 e 13 anni) coinvolgendoli in percorsi stimolanti e innovativi. Per ciascuna progettualità è prevista la partecipazione minima di almeno 20 alunni prevalentemente di genere femminile (almeno il 60%), per almeno 10 giornate formative (ciascuna di almeno 4 ore).

Obiettivi, destinatari e contesto: 

Principali obiettivi: contrastare gli stereotipi e i pregiudizi che alimentano il gap di conoscenze tra le studentesse e gli studenti rispetto alle materie STEM, attraverso modalità innovative di somministrazione dei percorsi di approfondimento; favorire la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro delle famiglie in quanto i corsi finanziati si svolgono nel periodo estivo o comunque di chiusura delle scuole; promuovere l’inclusione sociale incoraggiando la partecipazione ai campi estivi degli studenti svantaggiati. Destinatari dell’iniziativa sono gli studenti e le studentesse (almeno il 60%) delle scuole primarie e secondarie di primo grado italiane. Grazie alla I edizione circa 6000 studenti della scuola primaria e secondaria di I grado, di cui almeno 4000 studentesse, hanno frequentato i corsi per almeno 2 settimane nel 2017 . Con la seconda edizione si stima il coinvolgimento di oltre 12000 studenti e studentesse.

Vinciamo insieme le sfide per una PA che funzioni meglio! Segnala la tua soluzione!

Menú utente

Statistiche

Numero di soluzioni 1447
Opinione più recente Riorganizzazione del servizio di assistenza socio sanitaria
Opinione meglio votata BASTA PERDITE DI TEMPO IN FILE ALLE POSTE O IN BANCA
Amministrazione più propositiva Regione Puglia

FORUM PA Challenge logo

A ciascuno la sua parte: noi ci prendiamo la responsabilità di elencare alcune “sfide” che lanciamo a quelli che non si sono rassegnati e hanno ancora voglia di mettere la loro intelligenza e la loro creatività al servizio del bene comune. Chi raccoglie la sfida?