Festival della Cultura tecnica

Riflessioni, esperienze e confronti per immaginare nuove connessioni tra il fare e il pensare

Dal 14 ottobre al 19 dicembre, il Festival della Cultura tecnica propone un cartellone di iniziative, in presenza e a distanza, volte a valorizzare l’istruzione e la formazione tecnica, tecnologica e scientifica e le connessioni tra sviluppo economico, sociale e culturale presso giovani, famiglie, operatori, stakeholder e cittadinanza.

Il Festival è promosso dalla Città metropolitana di Bologna, come parte integrante del Piano Strategico Metropolitano 2.0 di Bologna, ed è realizzato in collaborazione con la Regione Emilia-Romagna, che co-finanzia il progetto tramite il Fondo sociale europeo, con il Comune di Bologna e con altri numerosi partner pubblici e privati. Tra questi, le Province di Ferrara, Forlì-Cesena, Modena, Parma, Piacenza, Ravenna, Reggio Emilia e Rimini, nelle quali, dal 2018, si svolgono le edizioni provinciali, in collaborazione con la rete di soggetti locali, per un palinsesto complessivo nel 2019 di più di 500 tra seminari, laboratori, convegni ed eventi.

Obiettivi e destinatari: 
Il Festival della Cultura tecnica si rivolge a ragazze e ragazzi, con l’obiettivo di fare conoscere i percorsi formativi che forniscono competenze tecniche e tecnologiche e per accompagnarli nel difficile passaggio dalla scuola al mondo del lavoro. Ma anche ai genitori, alle insegnanti e agli insegnanti, alle operatrici e agli operatori del mondo dell’educazione e della formazione, alle imprese e a tutta la cittadinanza.

Vinciamo insieme le sfide per una PA che funzioni meglio! Segnala la tua soluzione!

Menú utente

Statistiche

Numero di soluzioni 1546
Opinione più recente Riorganizzazione del servizio di assistenza socio sanitaria
Opinione meglio votata BASTA PERDITE DI TEMPO IN FILE ALLE POSTE O IN BANCA
Amministrazione più propositiva Regione Puglia

FORUM PA Challenge logo

A ciascuno la sua parte: noi ci prendiamo la responsabilità di elencare alcune “sfide” che lanciamo a quelli che non si sono rassegnati e hanno ancora voglia di mettere la loro intelligenza e la loro creatività al servizio del bene comune. Chi raccoglie la sfida?