Giro Challenge Val Martello

Open data e tecnologie innovative per ciclisti, escursionisti e city user a vantaggio dell’attrattività del territorio

Monitorare pedalata dopo pedalata la propria prestazione sportiva e gareggiare virtualmente con i campioni del ciclismo, come Eva Lechner. Grazie all’app Giro Challenge Val Martello basta scaricare gratuitamente sul proprio smartphone i dati della campionessa mondiale di MTB salvati sulla piattaforma dell’applicazione, inforcare la bicicletta e dare il via al confronto. La competizione virtuale viene disputata in diretta sullo schermo del proprio smartphone, al riparo da occhi indiscreti. L’innovativa soluzione è adatta anche per i ciclisti meno competitivi. Il sistema GPS dell’applicazione riconosce automaticamente il punto di partenza e di arrivo e registra il tempo intercorso tra i due. Sullo schermo viene mostrata non solo la posizione attuale e il tragitto restante, ma viene anche calcolata la propria ora di arrivo. Al termine della salita è possibile caricare il proprio tempo sulla piattaforma dell’applicazione, nella classifica virtuale, e condividerlo con la community degli utenti. Oppure nell’area riservata, per misurarsi con se stessi nel tempo.

L’app Giro Challlenge è stata sviluppata nell’ambito del progetto di ricerca e sperimentazione Interreg Italia-Austria O-STAR, diretto a rafforzare la competitività e l’attrattività delle regioni strutturalmente deboli nelle aree alpine. L’idea centrale del progetto era di rivitalizzare la destinazione turistica e il territorio con applicazioni mirate per il tempo libero e lo sport. Grazie all’utilizzo di dati geografici messi a disposizione dalle amministrazioni pubbliche partner fra le quali la Provincia di Bolzano e allo sviluppo di sistemi di geolocalizzazione e tecnologie GIS sono state create soluzioni che consentono sia ai locali che agli ospiti di pianificare escursioni a piedi o in bicicletta tenendo conto delle diverse attrattive del territorio. La combinazione con le risorse del territorio con l’obiettivo di generare un vantaggio competitivo diretto per il territorio è un elemento centrale dell’app per smartphone Giro Challenge.

L’app, infatti, è stata lanciata sulla scalata finale della tappa regina del Giro d’Italia 2014, che dal paese di Coldrano conduce in fondo alla Val Martello, in Alto Adige. A coronare l’evento di lancio due testimonial d’eccezione del mondo delle due ruote: la campionessa di MTB Eva Lechner e la stella del ciclismo austriaco Didi Thurau, più volte vincitore di tappa. Analoga la formula adottata per i partner di progetto austriaci, che hanno sfoderato l’omologa app Ö-Tour Challenge Kärnten sulla tratta cronometrata della sesta tappa del 66esimo Giro d’Austria. Visto il successo riscosso, la soluzione è stata ben presto introdotta anche nella zona dello Stelvio, sulla tratta che da Prato allo Stelvio conduce all’omonimo passo, e in Tirolo, località Kitzbühl.

Obiettivi, destinatari e contesto: 

L’applicazione è stata sviluppata dall’Accademia Europea di Bolzano-Istituto per il Management Pubblico in partnership con l’Università di Bolzano, la Provincia di Bolzano e alcuni partner austriaci nell’ambito di un progetto Interreg diretto allo sviluppo di sistemi di geolocalizzazione e tecnologie GIS a supporto del tempo libero e del turismo nelle aree alpine strutturalmente deboli. La soluzione, attivabile con smartphone GPS, è stata adottata nelle aree di sperimentazione del progetto: Alto Adige, Val Martello (Giro Challenge Val Martello) e Carinzia, Bad Kleinkirchheim (Ö-Tour Challenge Carinzia). In seguito è stata estesa ad altre aree transfrontaliere, la zona dello Stelvio (Challenge Passo Stelvio) e il Tirolo (Ö-Tour Challenge Tirolo).

Vinciamo insieme le sfide per una PA che funzioni meglio! Segnala la tua soluzione!

Menú utente

Statistiche

Numero di soluzioni 1447
Opinione più recente Riorganizzazione del servizio di assistenza socio sanitaria
Opinione meglio votata BASTA PERDITE DI TEMPO IN FILE ALLE POSTE O IN BANCA
Amministrazione più propositiva Regione Puglia

FORUM PA Challenge logo

A ciascuno la sua parte: noi ci prendiamo la responsabilità di elencare alcune “sfide” che lanciamo a quelli che non si sono rassegnati e hanno ancora voglia di mettere la loro intelligenza e la loro creatività al servizio del bene comune. Chi raccoglie la sfida?