I frutti di OPEN DATA Piemonte: HOMER e OPEN DAI

Regione Piemonte, pioniere degli open data, fa scuola anche nel Mediterraneo ed esporta nuove architetture ed infrastrutture cloud

Nel maggio 2010 è stato lanciato il primo esempio di piattaforma open data: dati.piemonte.it. Il progetto, sviluppato da Regione Piemonte con CSI Piemonte mette a disposizione di cittadini e imprese uno dei patrimoni più importanti della Pubblica Amministrazione piemontese: i dati. Cittadini e imprese possono così scaricare gratuitamente i dati per semplificare la loro vita o per riutilizzarli come base per il lancio di nuovi servizi, anche con finalità commerciali. Attraverso il portale www.dati.piemonte.it i dati sono rilasciati in formato “aperto”, con una licenza di utilizzo non proprietaria e in un formato leggibile ed elaborabile per tutti. Un importante progetto che contribuisce all’affermazione del diritto di cittadinanza digitale, basato sui principi di accesso, trasparenza e partecipazione a dati e informazioni di pubblico dominio.

Il principio di base è stato quasi “visionario”: tentare di dare vita a un mondo trasparente dove tutti possano usare i dati pubblici – su traffico, ambiente, cultura, istruzione, agricoltura, territorio, turismo, geografici, ecc. – per realizzare servizi senza dover pagare un prezzo. Un mondo dove la collaborazione tra cittadini, Stato e imprese è facile. Un mondo in cui i dati di tutti sono patrimonio di tutti, risorse disponibili per costruire una nuova generazione di servizi. La piattaforma dati.piemonte.it e l’esperienza maturata sugli open data hanno avuto un’ampia diffusione a livello regionale, nazionale ed europeo. A livello regionale la soluzione è utilizzata da 115 comuni, UnionCamere Piemonte e ARPA Piemonte.

La Regione Emilia-Romagna e il Comune di Milano hanno on-line i propri portali open data grazie al riuso della piattaforma. Il Piemonte ha inoltre contribuito alla stesura delle “Linee guida nazionali per la fruibilità dei dati” ed è impegnato nel coordinamento di diversi progetti europei: HOMER, con le Regioni Emilia Romagna, Veneto e Sardegna per promuovere una strategia coordinata fra le regioni europee del Mediterraneo e accelerare il processo di trasparenza e il riuso dei dati pubblici; OPEN-DAI, con l’Agenzia Italia Digitale, per la creazione di un modello architetturale per aumentare la fruibilità dei dati della PA basato su servizi cloud. “Open Data” prende vita dalla volontà di Regione Piemonte, è sviluppato con il contributo di CSI-Piemonte, di CSP-Innovazione nelle ICT, del Centro NEXA su Internet & Società del Politecnico di Torino e del Consorzio TOP-IX.

Obiettivi, destinatari e contesto: 

Regione Piemonte, Regione Emilia Romagna

Vinciamo insieme le sfide per una PA che funzioni meglio! Segnala la tua soluzione!

Menú utente

Statistiche

Numero di soluzioni 1447
Opinione più recente Riorganizzazione del servizio di assistenza socio sanitaria
Opinione meglio votata BASTA PERDITE DI TEMPO IN FILE ALLE POSTE O IN BANCA
Amministrazione più propositiva Regione Puglia

FORUM PA Challenge logo

A ciascuno la sua parte: noi ci prendiamo la responsabilità di elencare alcune “sfide” che lanciamo a quelli che non si sono rassegnati e hanno ancora voglia di mettere la loro intelligenza e la loro creatività al servizio del bene comune. Chi raccoglie la sfida?