I P.Ro.F. contro il divario digitale

La rete dei Punti Roma Facile per la diffusione delle competenze digitali

I Punti Roma Facile sono spazi assistiti di Roma Capitale dove i facilitatori digitali sono a disposizione degli utenti che hanno bisogno di indicazioni e consigli relativi all’uso del computer, alla navigazione in rete e all’accesso ai principali servizi on line. Il servizio si rivolge in particolare a chi ha poca familiarità con Internet e con le nuove tecnologie e a chi voglia imparare ad accedere agilmente ai servizi pubblici on line di Roma Capitale e di altre amministrazioni, rendendosi gradualmente autonomo nell’uso delle nuove tecnologie. Per accrescere le competenze digitali e partecipare più attivamente alla vita sociale della comunità in ogni P.Ro.F. vengono, inoltre, proposti periodici seminari per diffondere la cultura e le competenze digitali. I Punti Roma Facile attivi sono 25 e sono dislocati in tutti i Municipi. L’assistenza è gratuita.

Obiettivi e destinatari: 
Obiettivi: contrasto al divario digitale, promozione di un uso consapevole delle nuove tecnologie, diffusione dei servizi online delle p.a., semplificazione amministrativa Destinatari: persone con scarsa alfabetizzazione digitale, utenti che hanno bisogno di indicazioni e consigli relativi all’uso del computer, alla navigazione in rete e all’accesso ai principali servizi on line delle p.a. In particolare anziani, migranti e studenti.

Vinciamo insieme le sfide per una PA che funzioni meglio! Segnala la tua soluzione!

Menú utente

Statistiche

Numero di soluzioni 1495
Opinione più recente Riorganizzazione del servizio di assistenza socio sanitaria
Opinione meglio votata BASTA PERDITE DI TEMPO IN FILE ALLE POSTE O IN BANCA
Amministrazione più propositiva Regione Puglia

FORUM PA Challenge logo

A ciascuno la sua parte: noi ci prendiamo la responsabilità di elencare alcune “sfide” che lanciamo a quelli che non si sono rassegnati e hanno ancora voglia di mettere la loro intelligenza e la loro creatività al servizio del bene comune. Chi raccoglie la sfida?