Il Bilancio di Genere del Comune di Bologna

Dalla valutazione dell'impatto di genere dell'attività comunale alla predisposizione degli strumenti di programmazione dell'Ente

Il Comune di Bologna promuove un percorso partecipativo, finalizzato alla predisposizione del Bilancio di Genere, favorendo la partecipazione alla vita sociale e politica della comunità locale attraverso l’uso delle tecnologie. Sulla Rete Civica Iperbole è stato proposto un questionario da compilare online per valutare l'impatto di genere dell'attività comunale, ovvero gli effetti che i servizi e i progetti rientranti nelle aree di intervento e nei programmi dell'azione comunale possono produrre sulle donne e sugli uomini, andando a determinare una ricaduta in termini di uguaglianza di opportunità tra i generi.

Le cittadine e i cittadini possono esprimersi, con una scala che va da “nessuno” a “alto” sul grado di impatto di genere di 14 aree di intervento per le attività di servizio e di 10 programmi per le attività progettuali, risultate da una selezione tra le 48 attività che costituiscono il Piano della performance del Comune di Bologna. Tale selezione è avvenuta sulla base di un test che ha coinvolto circa 250 tra donne e uomini individuati fra dipendenti comunali, rappresentanti di associazioni e partecipanti a un corso dell’Università di Bologna dal titolo “Donne, Politica e Istituzioni”. Queste persone hanno espresso la loro valutazione sull’impatto di genere dell’intera azione comunale attraverso la rete intranet aziendale. Dai risultati del test sono emerse le 24 attività giudicate a più alto impatto di genere. Il questionario è stato realizzato internamente all’Ente con tecnologia Google Drive in grado di fornire in tempo reale i risultati. Il modulo si compone di una parte descrittiva che consente di approfondire gli argomenti oggetto di valutazione tramite il collegamento ai link informativi per ciascun item. La parte finale del questionario è dedicate ad alcune domande a risposta aperta che consentono di raccogliere opinioni e orientamenti, oltre ad alcune informazioni anagrafiche che consentono di elaborare le valutazioni espresse incrociandole con i dati riferiti al genere, all'età e al titolo di studio.

Viene inoltre comunicato l’indirizzo di posta elettronica al quale scrivere in caso di necessità di chiarimenti o per far pervenire proposte. Sulla base dei risultati ottenuti si potrà avviare una sperimentazione di Bilancio preventivo di genere nell’ambito della programmazione 2015-2017, in stretta connessione con il Ciclo della Performance del Comune di Bologna. Si partirà dalla lettura del contesto demografico e socio-economico e degli indirizzi di programmazione dell’Ente, già formalizzati nel DUP 2014-2016; si procederà inoltre all’analisi dei servizi risultati a maggior impatto di genere attraverso l’indagine effettuata. Tale analisi vedrà coinvolta la società civile nel percorso partecipativo che porterà alla definizione di ambiti prioritari su cui intervenire allo scopo di migliorare la qualità della vita nella città in un’ottica di superamento delle disparità di genere.

Obiettivi, destinatari e contesto: 

Comune di Bologna

Vinciamo insieme le sfide per una PA che funzioni meglio! Segnala la tua soluzione!

Menú utente

Statistiche

Numero di soluzioni 1447
Opinione più recente Riorganizzazione del servizio di assistenza socio sanitaria
Opinione meglio votata BASTA PERDITE DI TEMPO IN FILE ALLE POSTE O IN BANCA
Amministrazione più propositiva Regione Puglia

FORUM PA Challenge logo

A ciascuno la sua parte: noi ci prendiamo la responsabilità di elencare alcune “sfide” che lanciamo a quelli che non si sono rassegnati e hanno ancora voglia di mettere la loro intelligenza e la loro creatività al servizio del bene comune. Chi raccoglie la sfida?