IN...STALLA UN COMPUTER !

Dematerializzazione e digitalizzazione “end2end“ del ciclo attivo relativo al Dipartimento Veterinario dell’ATS della Montagna - Lombardia

L’estensione e la bassa densità abitativa dell’ATS della Montagna ha reso necessario l’implementazione di strategie per agevolare l’accesso all’utenza e migliore le performance operative dei Servizi dell’Agenzia.

Obiettivo del progetto è la dematerializzazione e digitalizzazione “end2end“ del fascicolo amministrativo relativo all’erogazione delle prestazioni del Dipartimento Veterinario.

Il processo attuale è lento, articolato, eseguito in manuale e su supporti cartacei, a rischio di errore; al fine di quantificare i volumi di attività, si precisa che l’ATS emette circa 15.000 fatture/anno relative all’effettuazione di prestazioni veterinarie. Il progetto in start-up prevede la totale informatizzazione (in tempo reale) tramite tablet, firma grafometrica, software dedicato, attivazione del contratto di tesoreria ATS (gestione dei pagamenti con MAV, servizio di recapito ed eventuale sollecito da parte dell’operatore bancario; coinvolgimento di Equitalia per il recupero crediti); flussi informativi e archiviazione digitali, sicurezza e tracciabilità di ogni passo del processo.

La tecnologia prevede tablet o altri dispositivi mobili/portatili come soluzioni hardware, un software dedicato in fase di acquisizione, un’evoluzione dell’ERP dell’Agenzia integrato bidirezionalmente con il sistema di rilevazione e il sistema di tesoreria.

Obiettivi, destinatari e contesto: 

Obiettivi: semplificazione, velocizzazione, tracciabilità degli atti; tempestività di rendicontazione e addebiti, facilitazione nei pagamenti; risparmio di materiali di consumo e costi postali; ridimensionamento dell’archivio cartaceo e rapida accessibilità al nuovo archivio digitale; abbattimento dei tempi-operatore; disponibilità di dati di bilancio aggiornati in tempo reale; gestione dell’iter del sollecito tracciabile; sicurezza di accesso e azzeramento dei rischi di smarrimento. Destinatari del progetto: utenti/clienti del Dipartimento Veterinario dell’ATS e la stessa Agenzia nelle proprie articolazioni coinvolte. Costi: 30.000€/anno (canoni, manutenzioni, aggiornamenti). Risparmi: materiale di consumo, smaltimento documentazione obsoleta, oneri di gestione del contante (servizio ritiro valori): non quantizzati; chiusura di 8 punti cassa (con reimpiego di ore-operatore): 120.000€/anno; riduzione di ore-operatore del personale dedicato esclusivamente all’attività: 135.000€/anno.