Io Sono una Persona

Consapevoli che le forme della lingua che parliamo influenzano fortemente il pensiero cognitivo e dei valori, da due anni lavoriamo al progetto della modifica del linguaggio prima di tutto istituzionale e in seguito corrente nel rispetto dell’uguaglianza di genere. Nella lingua italiana il genere femminile è scomparso entro il maschile. Non sono rare espressioni come “i diritti dell’uomo”, nei codici si usa il sostantivo ‘uomo’ a indicare la persona umana e sulle carte d’identità c’è scritto ‘nato il’ neanche prevedendo la variante nato/a. E’ il maschile neutro, che ottiene due risultati: rende le donne invisibili in quanto protagoniste distinte della storia dell’umanità; rende invisibili tutti gli apporti specificamente femminili alla storia dell’umanità. Ciò ha fortemente contribuito alla costruzione e al consolidamento degli stereotipi sulle donne nella nostra società. Ripartire da una rottura linguistica e da un riassetto della nomenclatura è un primo, fondamentale passo.

Obiettivi, destinatari e contesto: 

Obiettivo del progetto 'Io sono una persona' è la modifica del linguaggio normativo, amministrativo e in seguito corrente nel rispetto dell'uguaglianza di genere mettendo l'Italia in linea con le disposizioni legislative adottate in merito dai paesi di lingua inglese, spagnola, francese, tedesca. In particolare, in prima battuta si vuole intervenire alla radice modificando il sostantivo 'uomo' con 'persona' nei codici penale e civile dello Stato; introdurre l'aggettivo 'maschile' nella normativa inerente la violenza sulle donne; modificare la dicitura 'diritti dell'uomo' in 'diritti umani' nella legge 4 agosto 1955 n.848. L'approvazione della legge 4643 depositata in Parlamento nel settembre 2017, cui abbiamo lavorato con l'on. Titti Di Salvo, è il primo passo per iniziare la sensibilizzazione della società civile tutta a favore di un uso corretto del linguaggio nel rispetto del genere. Destinatari del progetto sono il Governo, gli Enti locali, le scuole, le istituzioni culturali.

Statistiche

Numero di soluzioni 1300
Opinione più recente Riorganizzazione del servizio di assistenza socio sanitaria
Opinione meglio votata BASTA PERDITE DI TEMPO IN FILE ALLE POSTE O IN BANCA
Amministrazione più propositiva Regione Puglia

FORUM PA Challenge logo

A ciascuno la sua parte: noi ci prendiamo la responsabilità di elencare alcune “sfide” che lanciamo a quelli che non si sono rassegnati e hanno ancora voglia di mettere la loro intelligenza e la loro creatività al servizio del bene comune. Chi raccoglie la sfida?