La "Realtà Aumentata” al servizio degli studenti

La realizzazione di un nuovo prodotto di comunicazione più vicino agli studenti: “Editoria Dinamica”

L’idea è di realizzare una “Editoria Dinamica” che possa fornire informazioni di carattere sanitario agli studenti dell’Università di Roma “Tor Vergata”.

Il progetto vuole superare la comunicazione statica utilizzando un nuova forma di trasmissione dei messaggi che utilizzi la tecnologia della “Realtà Aumentata” su gli smartphone / tablet degli studenti.

Inquadrando delle immagini su uno specifico supporto cartaceo, sarà possibile accedere a contenuti multimediali che rendono la fruizione dell’informazione dinamica, rapida e accessibile.

Il sistema funziona con qualsiasi dispositivo mobile.

Obiettivi, destinatari e contesto: 

Il progetto prevede l’uso della “Realtà Aumentata” per creare un’interazione tra il mondo reale e il mondo virtuale. In pratica si viene ad attivare un nuovo livello di comunicazione, visibile sullo schermo del dispositivo mobile (smartphone e tablet) dello studente, che si aggiunge e si integra perfettamente con la realtà, potenziando la quantità e la qualità di dati di dettaglio in relazione a quel contenuto. La tipologia di informazioni che si intende fornire riguarda l’assistenza sanitaria per gli studenti italiani fuori sede; l’assistenza sanitaria per gli studenti internazionali e tutte le varie iniziative organizzate dall’Ateneo che mirano al miglioramento della salute. Un menù dedicato permetterà di selezionare la lingua con cui ascoltare l’informazione italiano, inglese, francese, spagnolo, tedesco, cinese e, novità, il Linguaggio dei segni (LIS).

Statistiche

Numero di soluzioni 1042
Opinione più recente itinerari possibili
Opinione meglio votata BASTA PERDITE DI TEMPO IN FILE ALLE POSTE O IN BANCA
Amministrazione più propositiva Regione Puglia

FORUM PA Challenge logo

A ciascuno la sua parte: noi ci prendiamo la responsabilità di elencare alcune “sfide” che lanciamo a quelli che non si sono rassegnati e hanno ancora voglia di mettere la loro intelligenza e la loro creatività al servizio del bene comune. Chi raccoglie la sfida?