Laboratorio Cittadino

Dalla Partecipazione al Protagonismo Responsabile

Il concetto cardine su cui si basa questo progetto è il protagonismo della cittadinanza, sia nelle sue forme associative che come singoli individui.

Una Partecipazione non solo finalizzata all'ascolto, ma anche a garantire adeguati strumenti di empowerment della comunità, in una logica di co-responsabilizzazione non mediante meccanismi formali di richiesta parere-espressione di voto ma di confronto.

Il passaggio dalla Partecipazione al Protagonismo Responsabile si sostanzia in un processo di lavoro nel quale la cittadinanza è chiamata a corresponsabilità concrete che vengono formalizzate in un atto scritto e che diventa accordo esplicito di mutua responsabilità tra tutti gli attori coinvolti per il miglioramento della vita nelle Circoscrizioni di riferimento.

Il progetto prevede otto step e si evidenziano due grandi fasi: quella del confronto tra tutti i soggetti in campo per l’elaborazione di proposte progettuali e, dopo la sottoscrizione dell’Accordo di cittadinanza, quella della realizzazione dei progetti.

Verranno attivati otto laboratori, uno per ogni Circoscrizione, utilizzando il coinvolgimento diretto di quest’ultima come ambito in cui avviene lo scambio tra associazioni, reti informali, cittadini e Amministrazione comunale per rendere sempre di più i cittadini parte attiva dei processi decisionali e nella gestione del territorio che abitano, grazie alla successiva sottoscrizione dell’Accordo di cittadinanza.

Obiettivi, destinatari e contesto: 

Il progetto nasce per generare un cambiamento organizzativo nell’Amministrazione Comunale, per sviluppare ulteriormente forme di interazione con la cittadinanza di tipo più informale che prevedono il coinvolgimento attivo degli interpreti sociali ed economici del territorio allo scopo di pervenire ad una risoluzione collettiva dei bisogni di una comunità locale in alternativa all’esercizio della funzione di governo, tipico della democrazia rappresentativa, e generalmente caratterizzato da modalità operative. Quindi, partendo da una fase sperimentale, si vuole dare vita ad un nuovo metodo di Cittadinanza Attiva che possa divenire un modo di essere e di agire comune, patrimonio dell'intera comunità cittadina. I destinatari del progetto sono tutti i soggetti, singoli, associati o comunque riuniti in formazioni sociali, anche di natura imprenditoriale o a vocazione sociale, compresi i centri sociali del territorio comunale, che si attivano per la cura della città e della comunità.

Statistiche

Numero di soluzioni 1042
Opinione più recente itinerari possibili
Opinione meglio votata BASTA PERDITE DI TEMPO IN FILE ALLE POSTE O IN BANCA
Amministrazione più propositiva Regione Puglia

FORUM PA Challenge logo

A ciascuno la sua parte: noi ci prendiamo la responsabilità di elencare alcune “sfide” che lanciamo a quelli che non si sono rassegnati e hanno ancora voglia di mettere la loro intelligenza e la loro creatività al servizio del bene comune. Chi raccoglie la sfida?