Maggiori introiti COSAP con il supporto del QRcode

Utilizzo del dispositivo QR-code ad integrazione degli atti autorizzativi inerenti le occupazioni di suolo pubblico.

Il rilascio del dispositivo QR-code all’atto del rilascio dell’autorizzazione onerosa mediante COSAP (Canone per l'occupazione di spazi ed aree pubbliche) per l'occupazione di spazi ed aree pubbliche, unitamente all’obbligo per il concessionario di esporlo nei pressi delle aree in concessione, mira a consentire una più semplice azione di controllo e un progressivo decremento delle occupazioni abusive.

Ogni singola Unità Operativa che rilascia le autorizzazioni si occuperà, all’atto del rilascio dell’autorizzazione, di depositare il documento digitale relativo all'intera autorizzazione nel repositorio cloud individuato; Il link al file verrà tradotto in un QRcode (quick response code) e lo stesso verrà fornito al concessionario che si impegnerà ad esporlo ben visibile sul fronte del passo carraio o nei pressi dell' area per la quale ha ottenuto l'autorizzazione, rendendo semplice ed immediato l’accesso (mediante le app gratuite scaricabili anche su smartphone) al titolo autorizzativo da parte di chi è preposto al controllo per conto della Pubblica Amministrazione (Polizia Locale… ), ma anche da parte del cittadino comune che contribuirà a stanare le sacche di illegalità innescando pratiche virtuose di civic hacking.

La sperimentazione, avviata sul territorio della Prima Municipalità del comune di Napoli, è stata valutata positivamente dall'Amministrazione che ne ha implementato il procedimento all'interno del nuovo regolamento COSAP in via di approvazione.

Obiettivi, destinatari e contesto: 

Obiettivo del progetto è quello di ridurre progressivamente l’evasione del pagamento dell'imposta COSAP da parte di chi occupa il suolo pubblico determinando maggiori introiti nelle casse dell'Amministrazione. Sono destinatari del progetto, da un lato le Unità Operative delle municipalità preposte al rilascio delle autorizzazioni onerose per le occupazioni di spazi ed aree pubbliche che si adoperano a questo ulteriore adempimento; dall'altro i concessionari delle aree pubbliche che, all'atto del rilascio del titolo autorizzativo, si impegnano ad esporlo rendendo l'intera documentazione consultabile mediante il link contenuto nel Qrcode rilasciato dagli uffici competenti.