MIRO al PAesaggio

Miglioramento Relazioni tra gli Operatori e PA negli aspetti procedurali e nell'iter di autorizzazione nel campo della tutela del PAESAGGIO

"MIRO al Paesaggio" è una analisi congiunta, con il personale del Servizio, dei progetti proposti dai funzionari tecnici degli Enti locali e dai tecnici iscritti agli Ordini professionali.

A seguito del progetto di empowerment che ha coinvolto il personale del Servizio in incontri formativi con i funzionari tecnici degli Enti locali della Sardegna meridionale e gli iscritti agli OO.PP. (Ingegneri, Architetti, Geometri, Geologi, Agronomi, Periti Agrari), attraverso il feedback prodotto dalla somministrazione di un questionario, è emersa la necessità che, oltre a un numero maggiore di lezioni frontali in aula, si potessero analizzare dei progetti in ufficio coinvolgendo gli operatori o su proposta degli stessi.

Questa procedura innovativa sperimenta un nuovo percorso formativo mirante allo sviluppo delle competenze tecniche degli operatori, incentivando le buone pratiche e il partenariato nel mondo del lavoro e mondo dell'istruzione anche grazie alla collaborazione con gli Ordini professionali che perseguono le medesime finalità per i loro iscritti. 

Obiettivi, destinatari e contesto: 

Obiettivi: migliorare le competenze dei tecnici comunali e professionisti come da richieste pervenute nel corso delle sessioni di empowerment organizzate dal Servizio. Destinatari: tutti i richiedenti, a partire dal personale tecnico dei Comuni del territorio ricadente nelle competenze del Servizio e gli iscritti agli Ordini professionali.

Vinciamo insieme le sfide per una PA che funzioni meglio! Segnala la tua soluzione!

Menú utente

Statistiche

Numero di soluzioni 1447
Opinione più recente Riorganizzazione del servizio di assistenza socio sanitaria
Opinione meglio votata BASTA PERDITE DI TEMPO IN FILE ALLE POSTE O IN BANCA
Amministrazione più propositiva Regione Puglia

FORUM PA Challenge logo

A ciascuno la sua parte: noi ci prendiamo la responsabilità di elencare alcune “sfide” che lanciamo a quelli che non si sono rassegnati e hanno ancora voglia di mettere la loro intelligenza e la loro creatività al servizio del bene comune. Chi raccoglie la sfida?