Mirrorable

BETTER FUTURE TO YOUNG STROKE SURVIVORS

Mirrorable (patent pending) è una piattaforma interattiva che consente un modello unico di terapia riabilitativa a domicilio, appositamente studiato per rispondere alle esigenze dei bambini che hanno subito danni cerebrali in una fase molto precoce della loro vita, con impatti a livello motorio. Il principio scientifico su cui si basa è la capacità di stimolare la plasticità del sistema motorio attivando il meccanismo dei neuroni specchio, semplicemente guardando delle video-storie ed esercitandosi con altri bambini con bisogni simili.

La disponibilità di Mirrorable ‘in the cloud’ ne consente la diffusione geografica ad ampio spettro, abbassando i costi di distribuzione, i dispendi di tempo per le trasferte, l’affollamento delle strutture di riabilitazione attive sul territorio. Non esclude tuttavia il ruolo dell’operatore sanitario, anzi lo potenzia, fornendogli un set di dati utile a misurare e stabilire obiettivi via via incrementali.

E’ un prodotto destinato alle famiglie con bambini con disabilità motorie, derivanti da lesioni al sistema nervoso centrale (es. ictus perinatale/pediatrico, paralisi cerebrale infantile, lesioni traumatiche acquisite), e che desiderano avere un ruolo attivo nel progetto di riabilitazione del proprio bambino; la piattaforma aumenta il livello di efficacia del processo di guarigione perché è attiva in un ambiente di sviluppo favorevole (la propria abitazione, i propri giochi, la relazione in presenza dei propri cari, e a distanza con i pari).

Obiettivi, destinatari e contesto: 

Mirrorable nasce con l'obiettivo di agevolare e rafforzare il percorso di riabilitazione attraverso forme di resilienza familiare. Il paziente potrà beneficiare di attività personalizzate da poter svolgere in contesto casalingo. La rilevazione dei dati consentirà inoltre di formulare studi medici e statistici nel campo dell'ictus infantile. La piattaforma è stata creata per supportare la riabilitazione dei bambini colpiti da ictus ma può essere adottata in molteplici casi di recupero di abilità motorie anche a beneficio di adulti. Si tratta pertanto di un bisogno slegato dagli andamenti di mercato e correlato a necessità legate alla salute, per le quali vi è una domanda piuttosto stabile con prospettive di aumento nel lungo periodo. Il mercato primario di destinazione è rappresentato da 3.5 MLN di giovani sopravvissuti all’ictus; i mercati di utenti paganti sono rappresentati dalle categorie: adulti con Ictus (143MLN), con Parkinson (9MLN), con traumi ortopedici (36M)

Le ultime soluzioni pubblicate