MPB approach: Metropolitan & Public Backup

MPB approach: supporto gestionale e organizzativo per la pianificazione strategica e sostenibile della città

MPB approach è un supporto gestionale e organizzativo per la pianificazione strategica e sostenibile della città, fatto non di soli chip e ciberspazio, ma anche di :

  • relazioni
  • monitoraggio integrato
  • valutazione abduttiva multidisciplinare e dimensionale per i servizi.

E’ adatta ad ogni tipo di amministrazione, per fornire una sicurezza gestionale delle risorse interne. Tale soluzione è stata applicata per il processo di smartizzazione della Città per la valorizzazione urbanistica e la messa a sistema dei servizi smart della città, attraverso la Human Smart Vision, per individuare il punto d’equilibrio fra l’approccio bottom up e top down. E’ un modello di gestione per l’individualizzazione e l’implementazione degli asset strategici della città in un’ottica glocalizzata. La soluzione si basa sulle metodologie: All for All e Analytic Network System.

Metodo che integra gli indici standard di rilevamento statistico della città, sia quantitativi che qualitativi, attraverso un rilevamento costante di dati e l’uso intrecciato della metodologia sociologica e urbanistica, servendosi anche di database come ICityRate o l’European Health for All di database (HFA-DB) e altri affini, fornendo un riscontro multidimensionale ed integrato, che fornisce soluzioni di sostenibilità socio-economica ed ambientale.

Obiettivi, destinatari e contesto: 

MPB approach è stato applicato come «supporto per il processo di smartizzazione della Città di Padova» nel suo contesto territoriale (visione Città smarter sempre più smart) per: il monitoraggio e l’analisi socio-urbana/metropolitana; la creazione del Parco AgroPaesaggistico Metropolitano; la creazione di un progetto integrato per la valorizzazione del territorio e la messa a sistema (multifunzionale) dell’organizzazione e gestione sostenibile delle risorse naturali, della valorizzazione della tradizione agroalimantare locale e delle relative attività economiche. Su queste basi si sono quindi rispettivamente realizzati: la stesura delle Linee Guida per la pianificazione strategica socio-economica ed ecologica del Parco AgroPaesaggistico Metropolitano per il Settore Pianificazione Urbanistica e il Progetto Integrato «Le vie della Bonifica. Itinerari lenti tra passato, presente e futuro» (in collaborazione con l’Unione dei GAL del Veneto e L’Unione Veneta Bonifiche in occasione di EXPO2015). Gli obiettivi dei progetti sono: - la messa a sistema delle attività economiche territoriali in ambito metropolitano e in ottica multifunzionale per il rilancio economico del territorio attraverso il collegamento fra la città e la sua periferia a carattere rurale-industriale; - l’aumento dell’attrattività turistica (interna e internazionale legata alla riscoperta dell’identità locale e al sentiment dell’esperienza vissuta); - la valorizzazione dei prodotti locali in ambito glocalizzato; - la valorizzazione dei servizi per il cittadino/user potenziale della Città (itinerari ciclo pedonali, punti d’interesse storico culturale, siti di valenza ecologico ambientale, attrattive agro alimentari e di ristorazione). Le fasi del processo sono state: la rilevazione dei bisogni della città e dei cittadini, l'individuazione dei punti d’incontro fra approccio bottom up e top down, l’individualizzazione degli asset di riferimento per le dimensioni smart, le ricerche sul campo mirate per l’implementazione delle politiche del territorio, la pianificazione strategica degli obiettivi dei settori coinvolti nel processo in corso, l’individuazione di pratiche di sostenibilità per efficacia ed efficienza dei servizi attivi

Vinciamo insieme le sfide per una PA che funzioni meglio! Segnala la tua soluzione!

Menú utente

Statistiche

Numero di soluzioni 1447
Opinione più recente Riorganizzazione del servizio di assistenza socio sanitaria
Opinione meglio votata BASTA PERDITE DI TEMPO IN FILE ALLE POSTE O IN BANCA
Amministrazione più propositiva Regione Puglia

FORUM PA Challenge logo

A ciascuno la sua parte: noi ci prendiamo la responsabilità di elencare alcune “sfide” che lanciamo a quelli che non si sono rassegnati e hanno ancora voglia di mettere la loro intelligenza e la loro creatività al servizio del bene comune. Chi raccoglie la sfida?