OrtoLibero

La tua storia può non avere un periodo felice, ma non è questo a renderti ciò che sei, bensì il resto della storia che tu scegli di essere.

Il progetto OrtoLibero è nato nel 2014 a fronte del desiderio manifestato dai detenuti di realizzare un orto nelle pertinenze del carcere. Attraverso una rete di partenariato e il coinvolgimento di venti detenuti, uomini e donne di diversa nazionalità, è stato costituito il Gruppo OrtoLibero con cui è stato avviato un imponente lavoro sui temi della legalità, dell’agricoltura sinergica e della sostenibilità ambientale.

Fin dal 2015 è stato realizzato un orto sinergico e attivata una serra attorno ai quali si è creata un’esperienza umana profonda per tutti.

Sono stati realizzati laboratori artistici, di creatività, cene, eventi, mostre e scritti 2 libri. Attraverso il protagonismo dei detenuti si è voluto stimolare l’autostima, la resilienza e la coscienza per il riscatto sociale nello spirito più autentico di giustizia riparativa sancito dall’art. 27 della Costituzione, nonchè un ponte con la Comunità.

Obiettivi, destinatari e contesto: 

Attraverso tale progetto si intende dare attuazione, a livello locale, agli Sdg 10 e 17 dell’Agenda 2030 dell’ONU. L’analisi di analoghe esperienze svolte in altre carceri dimostra come attraverso lo svolgimento di attività agricole si possano conseguire importanti risultati in materia di inclusione sociale, professionalizzazione e di responsabilizzazione individuale con significativi impatti in termini di diminuzione del tasso di recidiva a fine pena. Poi, nel tempo l’orto e la serra sono diventati un pretesto per stare insieme e coltivare relazioni, emozioni e speranze. L’esperienza in carcere si è rivelata uno strumento per tutti di crescita umana e professionale e un’occasione preziosa di coinvolgimento di studenti in ASL e di volontari in servizio civile. Nel corso degli anni sono state costruite opportunità per l’impiego di detenuti in attività extracarcerarie e alcuni detenuti sono stati accompagnati nella fase di reinserimento.

Vinciamo insieme le sfide per una PA che funzioni meglio! Segnala la tua soluzione!

Menú utente

Statistiche

Numero di soluzioni 1447
Opinione più recente Riorganizzazione del servizio di assistenza socio sanitaria
Opinione meglio votata BASTA PERDITE DI TEMPO IN FILE ALLE POSTE O IN BANCA
Amministrazione più propositiva Regione Puglia

FORUM PA Challenge logo

A ciascuno la sua parte: noi ci prendiamo la responsabilità di elencare alcune “sfide” che lanciamo a quelli che non si sono rassegnati e hanno ancora voglia di mettere la loro intelligenza e la loro creatività al servizio del bene comune. Chi raccoglie la sfida?