Pedius

L'app che permette alle persone sorde di telefonare

Pedius è un sistema di comunicazione che abbatte le barriere digitali alla comunicazione rispondendo all’esigenza delle persone sorde di poter utilizzare il telefono in maniera autonoma per le varie chiamate quotidiane o di emergenza utilizzando le tecnologie di riconoscimento e sintesi vocale.

Infatti, i servizi di emergenza, come il pronto soccorso o il servizio stradale, ma anche esercizi pubblici e privati, quali studi medici o ristoranti, hanno come unico strumento di accesso il telefono, risultando così di difficile raggiungimento da parte delle persone con disabilità uditiva: grazie a Pedius, le persone sorde possono utilizzare il telefono per tutte le loro esigenze, in maniera autonoma e nel pieno rispetto della privacy. Attraverso l’applicazione mobile gli utenti possono avviare una normale telefonata verso un numero telefonico. Durante la telefonata, l’utente scrive come in una normale chat e una voce artificiale pronuncia i messaggi all’interlocutore dall’altro capo del telefono. In tempo reale la risposta vocale della persona chiamata viene trasformata in testo e inviata all’utente, che continuerà così a leggere le risposte sul display del proprio telefono.

Gli utenti di Pedius possono chiamare gratuitamente tutti i numeri telefonici delle attività e dei professionisti che, aderendo al programma di accessibilità, sostengono le spese telefoniche per i servizi da loro offerti esattamente nel modo in cui funziona un numero verde. Per tutte le altre chiamate, il servizio è fornito in modalità freemium: l’applicazione è scaricabile gratuitamente e include 20 minuti di telefonate al mese.

Per le telefonate oltre tale soglia, sono a disposizione pacchetti da 100 minuti a 5€ o un piano annuale senza limiti a 30€. Il servizio, lanciato commercialmente nel mese di novembre 2013, è diffuso in 9 paesi (Italia, Regno Unito, Irlanda, Francia, Spagna, Canada, Stati Uniti, Nuova Zelanda e Australia) e, alla data odierna, ha registrato circa 12.000 utenti con un tasso di crescita del 9% al mese da inizio 2016.

Obiettivi, destinatari e contesto: 

Negli ultimi anni, Pedius ha stretto importanti collaborazioni con grandi aziende che hanno reso accessibili i propri call center e servizi alla comunità sorda: a settembre 2014, Pedius sigla un contratto commerciale con Telecom Italia per realizzare il primo call center accessibile alle persone sorde alle numerazioni di assistenza clienti 119 e 187; a dicembre 2016, anche AXA Assistance Italia e BNL Gruppo BNP Paribas rendono accessibili l’assistenza stradale e le operazioni bancarie, come blocco e sblocco carta. A livello di Pubblica Amministrazione, invece, Pedius ha ricevuto una manifestazione di interesse da parte del Comune di Trieste, in merito all’attivazione del servizio nella centrale operativa della polizia locale. Tale progetto è, poi, partito nel mese di agosto e pochi mesi dopo, anche il Comune di Andria ha attivato lo stesso servizio. Ad oggi, anche i comuni di Avellino, Cassino, Empoli e Prato hanno manifestato interesse per la stessa iniziativa.

Vinciamo insieme le sfide per una PA che funzioni meglio! Segnala la tua soluzione!

Menú utente

Statistiche

Numero di soluzioni 1447
Opinione più recente Riorganizzazione del servizio di assistenza socio sanitaria
Opinione meglio votata BASTA PERDITE DI TEMPO IN FILE ALLE POSTE O IN BANCA
Amministrazione più propositiva Regione Puglia

FORUM PA Challenge logo

A ciascuno la sua parte: noi ci prendiamo la responsabilità di elencare alcune “sfide” che lanciamo a quelli che non si sono rassegnati e hanno ancora voglia di mettere la loro intelligenza e la loro creatività al servizio del bene comune. Chi raccoglie la sfida?