#perfarcisentiredatutti

Rubrica di video informativi sulle attività di Roma Capitale realizzati anche nella lingua LIS e destinata all'inclusione degli utenti sordi

La redazione social media del Dipartimento Comunicazione di Roma Capitale, in collaborazione con il Dipartimento Tutela Ambientale, ha attivato, da poco più di un anno, una rubrica video chiamata #perfarcisentiredatutti, realizzata in proprio con risorse interne all’Amministrazione (anche sorde).

Una parte di utenti dei social media è sorda e quindi verrebbe tagliata fuori da forme di comunicazione basate sul parlato.

Per abbattere le barriere di comunicazione sono stati realizzati dei video nella Lingua dei Segni Italiana.

Questo progetto è stato chiamato #perfarcisentiredatutti con l’obiettivo di tramutare i messaggi sui social, Facebook, Twitter, Youtube e Instagram, in video accessibili anche alle persone sorde.

Una volta registrato il video è stato accompagnato da sottotitoli, non scorrevoli per esigenza degli stessi utenti sordi, che devono riprodurre il testo illustrato nella lingua dei segni.

Utile nel caso di difficoltà di comprensione dovuta vuoi alla diversità della Lingua dei Segni Italiana a seconda della localizzazione geografica, vuoi dal livello di apprendimento degli stessi utenti.

Come sottofondo sonoro viene inserito poi lo stesso testo in forma parlata, per coinvolgere realmente tutti gli utenti dei canali social.

Il video registrato in questo modo può essere anche un aiuto per gli “udenti” che vogliono cimentarsi con la Lingua dei Segni Italiana.

Dopo poco più di un anno di attività sono oltre 50 i video realizzati, con più di 1.700.000 visualizzazioni

Obiettivi, destinatari e contesto: 

L’obiettivo è l’inclusione di tutti gli utenti dei social media di Roma Capitale nell’informazione sulle attività dell’Amministrazione. I video permettono la partecipazione alle attività dei social media senza l’utilizzo di applicazioni aggiuntive per la traduzione dei messaggi. I video possono anche essere di aiuto agli udenti per imparate alcune espressioni basilari della lingua LIS. I video rispettano la convenzione dell’ONU, ratificata in Italia nel 2009 con la Legge n.18, si richiama esplicitamente a diversi principi della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani. Rispettiamo i "principi di accessibilità, nonché di elevata usabilità e reperibilità, anche da parte delle persone disabili, completezza di informazione, chiarezza di linguaggio, affidabilità, semplicità di consultazione, qualità, omogeneità ed interoperabilità" come afferma l'art. 53 comma 1 del Decreto legislativo n. 82 del 7 marzo 2005 'Codice dell'Amministrazione Digitale'.