Piattaforma di Rendicontazione e Monitoraggio

Per un approccio sistematico ai processi di innovazione nelle Istituzioni scolastiche

Il processo di gestione dei finanziamenti alle scuole, legati a normative come la legge 440/97, coinvolge diversi attori (Direzioni Generali del MIUR, Uffici scolastici Regionali, Istituzioni scolastiche e Revisori dei conti) e ha previsto, finora, lo svolgimento di numerose attività in modalità analogica. La modalità di lavoro analogica determina alcuni elementi di criticità. Con l'obiettivo di tendere ad un approccio sistematico ai processi che agiscono come abilitatori di innovazione, politiche sociali, formazione a tutto tondo nelle Istituzioni scolastiche, l'ufficio IX della DGRUF del MIUR ha progettato ed implementato una Piattaforma per il Monitoraggio e la Rendicontazione di progetti per tutti gli attori coinvolti.

Obiettivi, destinatari e contesto: 

La piattaforma consente di: realizzare la tracciabilità degli iter procedurali senza appesantire gli oneri burocratici delle Istituzioni scolastiche; introdurre maggiore efficienza nella gestione dei finanziamenti alle istituzioni scolastiche agendo sulla tempestività nella disponibilità delle risorse economiche; garantire al tempo stesso la disponibilità del dato relativo ai progetti, alla loro implementazione e ai risultati; evolvere la modalità di gestione dei progetti, dei finanziamenti e di rendicontazione degli stessi all’insegna dell’innovazione tecnologica e della digitalizzazione più ragionevole. La piattaforma costituisce uno strumento che consente di gestire in modo digitale e automatizzato l'intero processo di avvio dei progetti a valere su uno specifico decreto, finalizzato all’erogazione dei finanziamenti e di rendicontazione delle spese.

Statistiche

Numero di soluzioni 1300
Opinione più recente PROGETTO UTILE E INNOVATIVO
Opinione meglio votata BASTA PERDITE DI TEMPO IN FILE ALLE POSTE O IN BANCA
Amministrazione più propositiva Regione Puglia

FORUM PA Challenge logo

A ciascuno la sua parte: noi ci prendiamo la responsabilità di elencare alcune “sfide” che lanciamo a quelli che non si sono rassegnati e hanno ancora voglia di mettere la loro intelligenza e la loro creatività al servizio del bene comune. Chi raccoglie la sfida?