Polito Energy and Building

We save resources for a better living

Perseguire la sostenibilità del Politecnico in termini “energetici” – all’interno dei cinque poli metropolitani che lo costituiscono - significa ridurre/razionalizzare i consumi energetici e il relativo impatto ambientale, garantendo allo stesso tempo la qualità/comfort degli spazi indoor e la sicurezza e convenienza economica degli approvvigionamenti. A tale scopo l’impegno del Politecnico è rivolto a rendere più efficienti le strutture edilizie e a produrre e acquistare energia da fonti rinnovabili. In questa dimensione, oltre a tutti gli interventi volti al risparmio energetico e all’utilizzo diffuso delle fonti rinnovabili (aumentare la copertura del fabbisogno attuale), sono inclusi il monitoraggio di tutte le risorse, la sperimentazione di sistemi innovativi per il loro controllo in tempo reale (Living LAB) e di modalità gestionali nuove per il risparmio energetico.

Obiettivi, destinatari e contesto: 

Destinatari del progetto sono tutta la popolazione studentesca, il personale docente e tecnico-amministrativo, e i servizi, le risorse e quella parte di territorio coinvolta nel funzionamento del campus del Politecnico di Torino e delle sue iniziative di energy and building. La presenza di fonti rinnovabili all’interno di un campus ha anche una valenza estetico-educativa difficilmente quantificabile in termini economici, ma certamente utile a creare una coscienza dei flussi di energia che alimentano un’aula, una mensa, un laboratorio, e tutto quello che si dovrebbe considerare “casa” all’interno della struttura frequentata quotidianamente per anni.

Statistiche

Numero di soluzioni 1300
Opinione più recente PROGETTO UTILE E INNOVATIVO
Opinione meglio votata BASTA PERDITE DI TEMPO IN FILE ALLE POSTE O IN BANCA
Amministrazione più propositiva Regione Puglia

FORUM PA Challenge logo

A ciascuno la sua parte: noi ci prendiamo la responsabilità di elencare alcune “sfide” che lanciamo a quelli che non si sono rassegnati e hanno ancora voglia di mettere la loro intelligenza e la loro creatività al servizio del bene comune. Chi raccoglie la sfida?