PoliWelfare

Il progetto PoliWelfare, che deve il suo nome alla crasi tra Politecnico e Welfare, raccoglie e porta a sistema iniziative che hanno al centro il lavoratore e che mirano a migliorarne il benessere (lo stare bene) nella consapevolezza che migliore è il benessere, migliore il clima lavorativo, migliore il coinvolgimento e quindi migliore è anche la prestazione lavorativa. PoliWelfare è articolato in una serie di azioni che il Politecnico ha sviluppato - inizialmente per conciliare la vita privata e quella lavorativa - e successivamente integrato con altre mirate a promuovere stili di vita salutari e sostenere le persone del Politecnico con specifiche azioni di supporto specialistico.

Obiettivi, destinatari e contesto: 

Riavvio progetto per la creazione di una scuola dell’infanzia aziendale; Babysitting; Assistenza anziani o disabili; Assicurazione sanitaria; Copertura sanitaria assicurativa gratuita per tutto il personale tecnico-amministrativo e agevolazioni per il nucleo familiare e personale docente; Titoli di viaggio: 50% del costo abbonamento a carico dell’ateneo, 100% nel caso di rinuncia all’utilizzazione dei parcheggi interni all’Ateneo; Voucher per abbonamenti bike sharing, car sharing, Trenitalia; Cus (Centro Universitario Sportivo): Tessera gratuita; Sussidi per gravi necessità personali e/o familiari; Abbonamento Musei Piemonte 2018 gratuito per personale e a condizioni agevolate per i familiari; Borsellino virtuale per tutto il personale tecnico-amministrativo del valore di 2.000 Euro/pro capite per fruire di beni e servizi.

Vinciamo insieme le sfide per una PA che funzioni meglio! Segnala la tua soluzione!

Menú utente

Statistiche

Numero di soluzioni 1447
Opinione più recente Riorganizzazione del servizio di assistenza socio sanitaria
Opinione meglio votata BASTA PERDITE DI TEMPO IN FILE ALLE POSTE O IN BANCA
Amministrazione più propositiva Regione Puglia

FORUM PA Challenge logo

A ciascuno la sua parte: noi ci prendiamo la responsabilità di elencare alcune “sfide” che lanciamo a quelli che non si sono rassegnati e hanno ancora voglia di mettere la loro intelligenza e la loro creatività al servizio del bene comune. Chi raccoglie la sfida?