Pre.C.I.O.U.S. (Predictive Computer aIded scOring sUpport System): sistema per l’ottimizzazione delle procedure e dei percorsi assistenziali nella pratica clinica ospedaliera

Il sistema di supporto alla decisione clinica con piattaforma di monitoraggio predittivo proposta dal progetto, utilizzando le tecnologie ed i dispositivi distribuiti in campo, si propone di: monitorare il paziente con sepsi, scompenso cardiaco e infarto del miocardio; predire lo sviluppo di insufficienza renale acuta; supportare la comunicazione dei processi di assistenza; applicando una nuova metodologia di monitoraggio che, integrando la valutazione dei parametri vitali di base con il dosaggio dei biomarcatori sierici ed urinari di insufficienza renale acuta (AKI), crei un nuovo modello predittivo in grado di ridurre significativamente la comparsa di eventi avversi. Pertanto la piattaforma sarà in grado di analizzare e processare dati provenienti da fonti eterogenee: informazioni cliniche del paziente, informazioni provenienti dalle equipe sanitarie, parametri vitali registrati in tempo reale mediante biosensori ed elaborati dalle componenti algoritmiche, livelli sierici ed urinari di biomarcatori appositamente realizzati. Un innovativo sistema di CAD consentirà l’elaborazione dei dati individuati per la valutazione di uno score di rischio personalizzato. I dati di diagnosi predittiva consentiranno servizi di monitoraggio e assistenza terapeutica personalizzata, anche con riferimento ad eventuali protocolli standard.

Vinciamo insieme le sfide per una PA che funzioni meglio! Segnala la tua soluzione!

Menú utente

Statistiche

Numero di soluzioni 1495
Opinione più recente Riorganizzazione del servizio di assistenza socio sanitaria
Opinione meglio votata BASTA PERDITE DI TEMPO IN FILE ALLE POSTE O IN BANCA
Amministrazione più propositiva Regione Puglia

FORUM PA Challenge logo

A ciascuno la sua parte: noi ci prendiamo la responsabilità di elencare alcune “sfide” che lanciamo a quelli che non si sono rassegnati e hanno ancora voglia di mettere la loro intelligenza e la loro creatività al servizio del bene comune. Chi raccoglie la sfida?