Progetto CLODIA - Conversazioni in Linguaggio naturale negli Open Data ItAliani

Un nuovo modo di aiutare il cittadino a dialogare con gli Open Data

Gli Open Data rappresentano per la Pubblica Amministrazione una nuova frontiera per avvicinarsi al cittadino e per rendere più facile la sua vita permettendogli di accedere a tutte le informazioni di cui ha bisogno. Ma tutta questa mole di informazioni è realmente “accessibile” al cittadino? Il cittadino riesce a trovare in modo veloce e semplice le informazioni che cerca? I siti della PA offrono spesso un servizio di FAQ, classificate secondo categorie che non necessariamente l'utente ha in mente e che quindi risultano difficili da navigare. Nel caso sia presente un motore di ricerca integrato, le parole chiave offrono spesso risultati troppo generici che costringono l'utente a scorrere (e leggere) pagine di risultati prima di trovare quello che gli serve. I servizi, come la chat con gli operatori umani, sono attivi solamente in orario d'ufficio e sono soggetti a "picchi di utilizzo" che costringono l'utente ad attendere la risposta anche per molti minuti; l’ accesso da mobile è reso difficoltoso da siti non sempre navigabili in modo semplice, inoltre la mancanza di uno storico delle richieste effettuate non permette il monitoraggio delle nuove esigenze del cittadino.

Per sopperire a tutte queste difficoltà ha preso il via il progetto CLODIA – Conversazioni in Linguaggio Naturale negli Open Data Italiani, cofinanziato dalla Regione Lazio. Il progetto intende interfacciare il mondo degli Open Data e della PA con il mondo degli Assistenti Virtuali (o Agenti Conversazionali), per rendere le informazioni rapidamente disponibili a tutti i cittadini attraverso interrogazioni e risposte in linguaggio naturale. L’idea progettuale di fondo vuole integrare in modo innovativo quattro aree che generalmente vengono trattate singolarmente:

  • l'accesso a contenuti e informazioni attraverso interfacce dialoganti in linguaggio naturale;
  • la registrazione delle domande e delle richieste dei cittadini;
  • la creazione di nuove informazioni e contenuti direttamente da parte degli operatori della PA;
  • l'importazione/esportazione di dati in formato Open.

Dal progetto CLODIA nasce così Claudia, un’assistente virtuale in grado di dialogare con i cittadini attraverso una chat testuale o con comandi vocali. Claudia fornisce risposte su diversi argomenti quali istruzione, salute, servizi al cittadino, utilizzando e valorizzando gli Open Data disponibili e rendendoli fruibili e accessibili in maniera semplice ed immediata. Il cittadino può dialogare in linguaggio naturale proprio come farebbe con un operatore umano, senza essere costretto a navigare complessi siti di informazione o immaginare le parole chiave da usare per trovare quanto gli serve. Il progetto rende inoltre disponibile una piattaforma di sviluppo e miglioramento della base di conoscenza dell’assistente virtuale, utilizzabile direttamente dagli operatori della PA che non richiede l’intervento di esperti esterni o di tecnici per poter realizzare l’aggiornamento e l’espansione della base di conoscenza.

Vinciamo insieme le sfide per una PA che funzioni meglio! Segnala la tua soluzione!

Menú utente

Statistiche

Numero di soluzioni 1495
Opinione più recente Riorganizzazione del servizio di assistenza socio sanitaria
Opinione meglio votata BASTA PERDITE DI TEMPO IN FILE ALLE POSTE O IN BANCA
Amministrazione più propositiva Regione Puglia

FORUM PA Challenge logo

A ciascuno la sua parte: noi ci prendiamo la responsabilità di elencare alcune “sfide” che lanciamo a quelli che non si sono rassegnati e hanno ancora voglia di mettere la loro intelligenza e la loro creatività al servizio del bene comune. Chi raccoglie la sfida?