Progetto Prevenzione alimentare al lavoro

Un progetto Inail per migliorare la salute dei lavoratori attraverso l’adozione di uno stile alimentare corretto

Il progetto prevede la valutazione dei fattori determinanti lo stile alimentare dei lavoratori, tramite la somministrazione di un questionario e la realizzazione di focus group. Sulla base dei risultati saranno individuate modifiche organizzative e strutturali dell’ambiente di lavoro da proporre per migliorare le abitudini alimentari e favorire l’adozione di corretti stili di vita. È successivamente prevista la realizzazione di uno studio pilota, mediante colloqui individuali con lo psicologo del lavoro e il nutrizionista e incontri di gruppo con lo psicologo specialista psicoterapeuta, al fine di favorire il cambiamento delle abitudini alimentari e sviluppare l’empowerment personale. Verrà quindi valutata l’efficacia dello studio pilota e infine redatta e diffusa la buona pratica “Alimentazione al lavoro” da applicare negli ambienti di lavoro per favorire una sana alimentazione e un miglioramento dello stile di vita.

Obiettivi, destinatari e contesto: 

Analizzare nella popolazione lavorativa della Direzione Generale della sede Centrale dell’Inail (circa 800 lavoratori) l'incidenza dei fattori determinanti le abitudini alimentari, esplorando il complesso sistema di variabili - di atteggiamento e comportamento - che sono alla base delle scelte alimentari salutari (o non salutari), nonché i fattori presenti nell’ambiente di lavoro che le possano influenzare. L’analisi proseguirà con l’identificazione dei fattori “vincenti” in un programma di prevenzione bio-psico-sociale partecipata che possano favorire il cambiamento verso una corretta alimentazione e l’empowerment personale influenzando anche lo stile di vita in generale.

Statistiche

Numero di soluzioni 1299
Opinione più recente Riorganizzazione del servizio di assistenza socio sanitaria
Opinione meglio votata BASTA PERDITE DI TEMPO IN FILE ALLE POSTE O IN BANCA
Amministrazione più propositiva Regione Puglia

FORUM PA Challenge logo

A ciascuno la sua parte: noi ci prendiamo la responsabilità di elencare alcune “sfide” che lanciamo a quelli che non si sono rassegnati e hanno ancora voglia di mettere la loro intelligenza e la loro creatività al servizio del bene comune. Chi raccoglie la sfida?