RESCAP

Virtual Design for Living in RESidual CAPability environment

La piattaforma RESCAP - Residual Capabilities, frutto del lavoro svolto in un Living Lab Smart Puglia 2020, definisce un nuovo approccio nella progettazione e riqualificazione di ambienti di vita dedicati a soggetti fragili affetti da declino cognitivo nelle fasi iniziali della perdita di autonomia. Il sistema permette di misurare e valutare le condizioni ambientali plurisensoriali (luce,colori,suoni) che determinano lo scenario di benessere e di tradurle in attuazioni reali tramite tecnologie ed ausili domotici. La valutazione degli stimoli plurisensoriali viene eseguita somministrandoli in realtà virtuale. Il paziente, durante la somministrazione, viene monitorato attraverso l’acquisizione di parametri vitali, quali EEG, ECG, SSR. Tali dati sono interpretati ed elaborati per giungere alla combinazione delle condizioni ambientali che sia cognitivamente, sia emozionalmente definiscono lo stato di benessere ottimale. In questi termini la soluzione si propone di:
− offrire una piattaforma tramite la quale progettare/riqualificare gli ambienti di vita domestici e assistenziali al fine di consentire un adattamento dinamico e personalizzato degli stessi a seconda del contesto e delle capacità cognitive/motorie residue dei pazienti fragili e che necessitano assistenza.
− offrire servizi di TeleAssistenza a pazienti che necessitano supporto in tempo reale;
− limitare i ricoveri ospedalieri inappropriati;
− migliorare e salvaguardare le autonomie degli assistiti a domicilio.

Vinciamo insieme le sfide per una PA che funzioni meglio! Segnala la tua soluzione!

Menú utente

Statistiche

Numero di soluzioni 1495
Opinione più recente Riorganizzazione del servizio di assistenza socio sanitaria
Opinione meglio votata BASTA PERDITE DI TEMPO IN FILE ALLE POSTE O IN BANCA
Amministrazione più propositiva Regione Puglia

FORUM PA Challenge logo

A ciascuno la sua parte: noi ci prendiamo la responsabilità di elencare alcune “sfide” che lanciamo a quelli che non si sono rassegnati e hanno ancora voglia di mettere la loro intelligenza e la loro creatività al servizio del bene comune. Chi raccoglie la sfida?