S.E.RE.N.A. Sistema Elaborazione dati Regionali Network Antiviolenza

Sistema di supporto al percorso di uscita dalla violenza della donna maltrattata

Il sistema sviluppato da Regione Umbria attraverso la in house Umbria Digitale Scarl, consente la rilevazione (anche in forma anonima) delle informazioni sulla violenza subita da una donna, da parte delle Organizzazioni del Network Regionale Antiviolenza (Centri Antiviolenza, Centri per le Pari Opportunità, Punti di ascolto, Punti di emersione).

Le informazioni raccolte sono funzionali allo svolgimento del percorso di uscita dalla violenza della donna maltrattata, al monitoraggio delle diverse fasi del percorso e dei servizi attivati, alla verifica della qualità dei servizi resi, all’implementazione di interventi omogenei rispetto alla metodologia di riferimento, alla verifica dei risultati ottenuti, all’implementazione di una rete di servizi tra diversi soggetti accomunati dall’obiettivo di fornire sostegno alla donna maltrattata.

S.E.RE.N.A. è progettato come un sistema di rete di contrasto alla violenza di genere. I dati raccolti, opportunamente anonimizzati, vengono analizzati da Regione Umbria come supporto all’Osservatorio regionale sul fenomeno della violenza di genere, con finalità di studio volte alla conseguente definizione di azioni e politiche di intervento e al monitoraggio dell’attività dei servizi del Network.

Nel progetto è prevista l’interazione di S.E.RE.N.A. con il sistema informativo regionale sociale e sanitario per aumentare l’efficacia dell’azione del Network antiviolenza e il contenuto informativo dell’Osservatorio.

Obiettivi, destinatari e contesto: 

Obiettivo primario del progetto è supportare in ogni sua fase il percorso di uscita dalla violenza della donna maltrattata. Destinatari del progetto sono dunque le operatrici delle organizzazioni del Network Antiviolenza, che trovano nel sistema un supporto alle attività quotidiane, che garantisce il reperimento delle informazioni necessarie al loro lavoro e l’interscambio con le altre organizzazioni. Tutto questo nel rispetto della normativa sulla privacy quindi garantendo l’accesso ai soli utenti autorizzati e l’applicazione di stringenti regole di profilazione, e l’acquisizione del consenso da parte della donna in ogni fase del suo percorso. Ulteriore obiettivo è quello di supportare la costituzione dell’Osservatorio regionale sulla violenza di genere con finalità di monitoraggio del fenomeno e dei servizi erogati dal Network Antiviolenza, producendo le informazioni necessarie alla definizione delle decisioni strategiche della Regione e delle opportune politiche di intervento.