SISGAP – Sistema informativo per la gestione degli appalti pubblici

Piattaforma di e-procurement della Regione Calabria

SISGAP è una piattaforma di e-procurement attraverso la quale la Regione Calabria, tramite la Stazione Unica Appaltante, e gli altri Enti obbligati possono effettuare in completa autonomia, procedure di gara, gestite interamente on-line, per la realizzazione di lavori e l'acquisto di beni e servizi. La piattaforma è dotata di un portale di accesso internet sul sito www.suacalabria.it. A conclusione del suo sviluppo, la Regione ha promosso il riuso del SISGAP in modalità co-uso, vale a dire sollevando gli enti riusanti delle spese di gestione, dei costi delle manutenzioni e delle evoluzioni. Il progetto di co-uso in favore della provincia di Cosenza e dei comuni del suo comprensorio è stato valutato tra i progetti meritevoli di finanziamento nell’ambito dell’avviso pubblico #pongov per progetti di cooperazione e scambio fra PA, emanato dall’Agenzia per la Coesione. L’obiettivo è offrire in modalità di co-uso gratuito la piattaforma a tutte le stazioni appaltanti del territorio.

Obiettivi, destinatari e contesto: 

La piattaforma di e-procurement intende soddisfare i bisogni di celerità, certezza, trasparenza, efficienza ed economicità nella gestione delle procedure di evidenza pubblica, garantendo elevati standard di legalità e costituendo una concreta barriera alle infiltrazioni mafiose e ai tentativi di inquinamento delle procedure. L’intervento ha quali destinatari anzitutto gli operatori economici interessati a partecipare alle procedure di evidenza pubblica e in secondo luogo le istituzioni regionali, le Aziende Sanitarie e gli EELL.

Statistiche

Numero di soluzioni 1324
Opinione più recente Riorganizzazione del servizio di assistenza socio sanitaria
Opinione meglio votata BASTA PERDITE DI TEMPO IN FILE ALLE POSTE O IN BANCA
Amministrazione più propositiva Regione Puglia

FORUM PA Challenge logo

A ciascuno la sua parte: noi ci prendiamo la responsabilità di elencare alcune “sfide” che lanciamo a quelli che non si sono rassegnati e hanno ancora voglia di mettere la loro intelligenza e la loro creatività al servizio del bene comune. Chi raccoglie la sfida?