Sistema DeciWatt

One-stop-shop digitale di Città metropolitana di Milano per la transizione energetica ad una Pubblica Amministrazione verde

La Città metropolitana di Milano intende fornire ai cittadini, ai decisori pubblici ed alle imprese uno strumento digitale per migliorare le performance energetiche degli edifici sul territorio, in coerenza con le proprie finalità istituzionali dello sviluppo strategico del territorio metropolitano, la promozione e la gestione integrata dei servizi, e le specifiche competenze in materia di pianificazione territoriale, tutela e valorizzazione dell’ambiente.

L’obiettivo finale è l’efficientamento degli edifici residenziali e non residenziali, di proprietà pubblica e/o privata, quale chiave di volta per un consumo responsabile delle risorse, per la valorizzazione del patrimonio immobiliare verso una transizione ecologica.

Obiettivi e destinatari: 
Il Sistema DeciWatt si pone l'obiettivi di: - accelerare i progetti di investimento pubblici e promuovere gli investimenti privati per favorire la ripresa economica nella filiera della riqualificazione degli edifici; - concentrare gli investimenti sulla transizione verde e digitale, in particolare su una produzione e un uso puliti ed efficienti dell’energia, sulla ricerca e innovazione, su una piattaforma digitale rafforzata per garantire la fornitura di servizi in materia di riqualificazione degli edifici; - migliorare l’efficienza e il funzionamento della Pubblica Amministrazione come promotore del rinnovo del patrimonio immobiliare pubblico e privato; - promuovere la coesione economica e sociale del territorio.

Vinciamo insieme le sfide per una PA che funzioni meglio! Segnala la tua soluzione!

Menú utente

Statistiche

Numero di soluzioni 1546
Opinione più recente Riorganizzazione del servizio di assistenza socio sanitaria
Opinione meglio votata BASTA PERDITE DI TEMPO IN FILE ALLE POSTE O IN BANCA
Amministrazione più propositiva Regione Puglia

FORUM PA Challenge logo

A ciascuno la sua parte: noi ci prendiamo la responsabilità di elencare alcune “sfide” che lanciamo a quelli che non si sono rassegnati e hanno ancora voglia di mettere la loro intelligenza e la loro creatività al servizio del bene comune. Chi raccoglie la sfida?