[email protected]

Abbattere liste d’attesa, recuperare crediti, semplificare pagamenti, prenotazioni e molto altro: tutto in un’unica piattaforma multicanale.

Con un’unica piattaforma multicanale, il Progetto ottimizza vari processi di comunicazione Cittadino-Sanità tramite sistema automatico di accesso/condivisione dati. A partire dall’esigenza di ridurre Liste d’Attesa, il sistema effettua recall automatici al paziente con promemoria della prenotazione (luogo, ora, avvertenze) e richiede conferma/disdetta, senza operatori. Le visite cancellate, anche on-demand, tornano real time nelle agende CUP, per nuove prenotazioni. Via App il cittadino ha: quadro completo delle visite effettuate (anche di familiari anziani/minori); dettaglio del ticket; possibilità di spostare/prenotare in autonomia appuntamenti; pagare. Il canale app, in aggiunta a sms, voce, ecc., favorisce l’Empowerment del cittadino e ottimizza processi gestionali interni, con grossi risparmi.
Altra area d’intervento: recall automatico con cui la Asl attiva l’Avviso bonario al cittadino e ottimizza il Recupero Crediti, sia per sanzioni da mancata disdetta, sia per ticket non pagato. Integrato ai flussi MEF inerenti l’esito della verifica delle autodichiarazioni di esenzione per reddito, il sistema è uno sgravio enorme per la ASL, tenuta ogni anno al ricalcolo delle posizioni di chi si dichiara esente senza esserlo e a formalizzare ai cittadini la richiesta di pagare ticket non versati. Predisporre/imbustare/spedire avvisi bonari spesso inesitati è oneroso: il sistema rende tutto automatico/conveniente/efficiente e favorisce la completa dematerializzazione dei processi.

Descrizione dei bisogni che si è inteso/si intende soddisfare e dei destinatari del progetto: 
Destinatari del progetto sono da un lato i 600mila assistiti della Asl Taranto, dall’altro gli stessi operatori della Asl che, grazie alla digitalizzazione dei processi (recupero crediti, prenotazioni/disdette, campagne screening e vaccinali, ecc.), potranno efficientare le proprie attività e semplificare il proprio lavoro. In ottica di sostenibilità di lungo periodo del servizio sanitario, l’esigenza è quella di tagliare sprechi (ad es. riducendo il c.d. fenomeno del no show, di chi non si presenta all’appuntamento senza disdire la prenotazione) e migliorare i servizi (ad es. ridurre le liste d’attesa, semplificare le modalità di prenotazione e pagamento delle prestazioni) favorendo lo sviluppo di una Salute Condivisa (dove l’interazione e la comunicazione Cittadino-Sanità è semplice e diretta). Grazie alla progettazione e realizzazione di servizi "Smart" innovativi si intende potenziare l'empowerment degli assistiti i quali sono coinvolti nei processi di gestione delle liste di attesa (prenotazioni, disdette), di accesso alle prestazioni (recall appuntamenti, check-in) e di pagamento delle stesse utilizzando la multicanalità offerta della piattaforma realizzata, in costante evoluzione per raccogliere continuamente le esigenze espresse dall'utenza.
Descrizione del team/partnership di progetto, delle risorse e delle competenze: 
Nehludoff Albano: CIO, ASL Taranto - Responsabile Progetto Stefania Mancini: Direttore Tecnico, I-Tel - Responsabile pianificazione Tarini Marco: Capo Progetto, I-Tel - Responsabile sviluppo
Descrizione della tecnologia adottata identificando gli elementi di interoperabilità: 
La piattaforma [email protected] utilizza tecnologie opensource ed è orientata all'integrazione di sistemi eterogenei. In particolare sono state impiegate le seguenti tecnologie: - Business Logic basato su Java J2EE - Application Server Apache Tomcat - Integrazione con sistemi esterni tramite Web Service SOAP - Uso di tecnologia Voip per interconnesione telefonica - Integrazione per autenticazione pazienti con il portale regionale tramite protocollo SAML 2. Sono supportate le credenziali regionali e il nuovo metodo di autenticazione definito a livello nazionale SPID - Integrazione con Pago PA per il pagamento dei ticket - Integrazione con il CUP e il SIRS per il recupero delle informazioni necessarie utilizzando tecnologie WSS con certificato di sicurezza X.509 - Sviluppo delle APP Android/IOS in linguaggio nativo per garantire una migliore user experience e un aggiornamento puntuale per nuove versioni del sistema operativo - Comunicazione tra APP e backend tramite protocollo HTTPS - Invio di Sms tramite gateway http e gateway gsm Le piattaforme server sono state installate su macchine virtuali in ambiente VMWare per assicurare una maggiore affidabilità e un minor tempo di ripristino in caso di guasti. Come sistema operativo è stato usato CentOS 7 per garantire una maggiore robustezza.
Descrizione del time to market della soluzione intesa come trasferibilità: 
Il progetto avviato in ASL Taranto si inquadra in un complesso più ampio e articolato di innovazione dei processi di attività, dematerializzazione, empowerment di operatori con riferimento al processo di digitalizzazione complessiva e inderogabile della "vita amministrativa" dell'Ente e di reingegnerizzazione organizzativa e dei processi. L'ASL Taranto sta, infatti, investendo in tecnologie digitali sia sotto il profilo delle infrastrutture di base (rete LAN/WAN, WiFi, VoIP) e delle soluzioni abilitanti per i nuovi modelli assistenziali (Unifield Communication) sia sotto quello della realizzazione di un sistema informativo aziendale completamento integrato e inserito in un quadro di coerenza e complementarietà con il Piano di Sanità Elettronica di Puglia (Agenda Digitale Puglia Sanità) e con l'Agenda Digitale Italia al fine di realizzare un Modello di Riferimento per una PA digitale in grado di offrire servizi efficienti e disponibili sui diversi "canali" digitali a disposizione dei cittadini. Il modello è facilmente replicabile su scala nazionale. La sfida è quella di un cambiamento culturale interno all’organizzazione e tra le risorse umane (clinici, sanitari, tecnici e degli amministrativi) volto a innovare i processi di attività sanitaria grazie al digitale. Il cambio culturale riguarda anche i cittadini, coinvolti nei processi di gestione delle liste di attesa (prenotazioni, disdette), accesso alle prestazioni (recall appuntamenti, check-in) e pagamento elettronico.
Descrizione degli investimenti stimati per la valutazione di sostenibilità: 
Investimento: pari a circa 60.000 € da ammortizzare in 3-5 anni; i costi vivi di funzionamento su base annua non hanno superato i 35.000 € tra manutenzione e spese di connessione/telefoniche. Ritorni economici: • Visite cancellate e riassegnate circa 33.000 per un controvalore medio di costo di 40 € con un risparmio di 1.320.000 € (base annua); • Recupero ticket circa il 70% invece che il 50% via raccomandata, con spese di comunicazione bonaria ridotte del 5.000% • Abbattimento costi per produzione di documenti analogici connessi al recupero del ticket (carta, toner,...). Altri aspetti qualitativi non quantificabili ma importanti: • ottimizzazione dell’utilizzo di attrezzature diagnostiche e del personale (soprattutto laddove numericamente critiche per l’Ente); • aumento qualità percepita del S.S.N. sul territorio - offerta servizi di eccellenza; • soddisfazione dei dettami della corte dei conti sulle azioni da intraprendere per il recupero crediti.

Vinciamo insieme le sfide per una PA che funzioni meglio! Segnala la tua soluzione!

Menú utente

Statistiche

Numero di soluzioni 1447
Opinione più recente Riorganizzazione del servizio di assistenza socio sanitaria
Opinione meglio votata BASTA PERDITE DI TEMPO IN FILE ALLE POSTE O IN BANCA
Amministrazione più propositiva Regione Puglia

FORUM PA Challenge logo

A ciascuno la sua parte: noi ci prendiamo la responsabilità di elencare alcune “sfide” che lanciamo a quelli che non si sono rassegnati e hanno ancora voglia di mettere la loro intelligenza e la loro creatività al servizio del bene comune. Chi raccoglie la sfida?